Quante volte pagheremo il canone Rai nel corso del 2022? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

canone Rai bollette
Foto © AdobeStock

Ormai da qualche giorno abbiamo salutato il 2021 per dare il benvenuto al 2022. Un nuovo anno particolarmente atteso, che si spera porterà con sé delle notizie positive. Questo soprattutto considerando che giungiamo da due anni molto complicati a causa del Covid. Proprio quest’ultimo, d’altronde, continua ad avere un impatto negativo sulle nostre vite, con sempre più famiglie alle prese con una difficile gestione delle finanze personali. Se poi si aggiunge l’aumento dei prezzi, ecco che riuscire a far fronte alle varie spese risulta sempre più complicato.

Diverse, d’altronde, sono le volte in cui ci ritroviamo a dover mettere mano al portafoglio, al fine di pagare i vari beni e servizi di nostro interesse. Tra questi si annovera senz’ombra di dubbio il canone Rai che anche nel corso del 2022 sarà pagato attraverso addebito diretto sulla bolletta dell’energia elettrica. Ebbene, proprio in tale ambito sorge spontanea una domanda: quante volte pagheremo il canone Rai nel corso dell’anno appena iniziato? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Canone Rai, abolirlo è possibile: la verità che smaschera l’Italia

Canone Rai, quante volte lo pagheremo nel corso del 2022: tutto quello che c’è da sapere

Mentre continua a farsi sempre più largo l’ipotesi di estendere il pagamento del canone a tutti i dispositivi elettronici, quali smartphone, tablet e pc, sono in molti a chiedersi quante volte dovremo pagare tale tassa nel corso del 2022 in bolletta. A differenza di quanto ipotizzato, infatti, anche nel corso dell’anno appena iniziato, il pagamento del canone Rai verrà addebitato direttamente sulla fattura dell’energia elettrica, attraverso delle mini rate.

L’importo sarà sempre pari a 90 euro che verranno spalmati nel corso dei primi dieci mesi dell’anno, ovvero da gennaio a ottobre del 2022. Per quanto riguarda il numero di rate, invece, sarà pari a dieci rate da 9 euro l’una se la fatturazione è mensile. Ne consegue, pertanto, che l’addebito del canone Rai avverrà attraverso cinque rate, nel caso in cui invece la fatturazione della bolletta sia bimestrale. In questo caso, ovviamente, l’importo da pagare sarà pari a 18 euro ogni due mesi.

Canone Rai, occhio all’esonero: ecco chi ne ha diritto

In attesa di scoprire se il governo deciderà di attuare o meno delle modifiche in merito alle modalità di pagamento e importo del canone Rai in vista, già, del 2023; interesserà sapere che anche nel corso del 2022 sono molti i soggetti che possono beneficiare dell’esonero dal pagamento della tassa in questione. Quest’ultima, infatti, è bene ricordare, si tratta di una tassa di possesso e per questo motivo non deve essere pagata nel caso in cui non si abbiano in casa dei televisori.

L’esenzione, però, non avviene in modo automatico e i soggetti interessati devono provvedere ogni anno ad inviare apposita autocertificazione all’Agenzia delle Entrate. Proprio in tale ambito, quindi, bisogna ricordare che per poter beneficiare della relativa esenzione per l’intero anno 2022, si deve provvedere a presentare apposita richiesta entro il 31 gennaio dell’anno appena iniziato.

Canone Rai, multa da 600 euro e incubo carcere: il gesto che potrebbe costarvi caro

Nel caso in cui la richiesta venga presentata dal 1° febbraio e il 30 giugno, invece, l’esenzione avrà valore solo nel corso del semestre che va da luglio a dicembre del 2022. È possibile dedurre, pertanto, che nel caso in cui non si presenti apposita richiesta, si perde il diritto all’esenzione dal canone Rai e bisogna tornare a pagarlo. Oltre a coloro che non detengono apparecchi televisivi in casa, inoltre, ricordiamo che sono esonerati dal pagamento del Canone Rai anche le persone con più di 75 anni con reddito annuo proprio e del coniuge non superiore a 8 mila euro lordi annui.