La Disability Card è ufficiale nel 2022. Il documento europeo spetta a invalidi e disabili, scopriamo come funziona.

disability card a chi spetta
Web

Il 2022 è l’anno del debutto per la Disability Card, un documento ormai ufficiale ed europeo volto al riconoscimento di agevolazioni e diritti a invalidi e disabili in specifici settori. Sport, trasporti, tempo libero, cultura, il nuovo anno è un esplosione di novità che coinvolgeranno non solo l’Italia ma tutta l’Europa. Vediamo chi ha diritto alla prestazione e come fare domanda del documento all’INPS.

Assegno di invalidità, ora ci sono i parametri ufficiali: ecco a chi spetta

Disability Card: destinatari, durata e domanda

La Disability Card può essere richiesta da tutti i soggetti invalidi e da coloro che sono affetti da disabilità grave o media e in condizioni di non autosufficienza. Il periodo di validità è di massimo 10 anni ma potrà, superato tale lasso di tempo, essere rinnovata se si continuano a soddisfare le condizioni richieste per averne accesso.

Accertamento dell’Invalidità, importanti novità in arrivo dall’Inps: cosa c’è da aspettarsi

L’INPS ha la possibilità di controllare in qualunque momento che i requisiti siano soddisfatti. Di conseguenza, ha il diritto di revocare il documento in caso di decadenza delle condizioni di invalidità o disabilità. La richiesta della card dovrà essere inoltrata proprio all’INPS entro il mese di febbraio 2022. A tal fine occorrerà utilizzare il portale dell’ente per procedere con la compilazione e l’invio della domanda. Il documento, poi, sarà utilizzabile a partite dal mese di aprile 2022.

Come funziona il documento

La Disability Card permette ad invalidi e disabili di ottenere agevolazioni e benefici nella nazione in cui si trovano. Il documento sarà dotato di un QR-Code contenente ogni singola informazione sul titolare della card e i servizi già in vigore e quelli che verranno attivati a breve. Sulla parte anteriore della carta, nello specifico, verranno indicati il titolo del documento (anche in codice Braille) e la sigla dello Stato emittente. Ci saranno, poi, la foto del richiedente e i dati anagrafici del soggetto. Si potrà visualizzare anche l’ologramma metallizzato della bandiera dell’Unione Europea.

Infine, il documento indicherà se la persona disabile o invalida necessita di un accompagnatore oppure di un maggiore sostegno qualora appartenga a categorie di non autosufficienza oppure risulti essere titolare di indennità di comunicazione o indennità speciali. Allo stesso modo, la Disability Card indicherà se il titolare è un minore invalido con difficoltà persistenti nello svolgimento delle abilità, funzioni e compiti proprie dell’età di riferimento.