Totocalcio, la schedina fa ancora felice gli italiani: centrato il colpo di gruppo

Il Totocalcio fa ancora sognare gli italiani. Centrata una storica vittoria negli ultimi giorni dello storico concorso.

soldi conto corrente investire
Pixabay

Il gioco degli italiani, il gioco degli amanti del calcio, di chi ha sognato rincorrendo l’1 il 2 o forse l’X, una storia che fatto parte almeno una volta della vita di tutti gli italiani. Forse il gioco più amato, più discusso, più chiacchierato nelle immancabili chiacchiere del lunedì. Migliore amico negli anni passati dell’immancabile radiolina e di domenica pomeriggio passate a fissare il vuoto concentrati all’ascolto, alla ricerca del risultato vincente da festeggiare. Il Totocalcio è stato per l’Italia tutto questo e forse anche qualcosa di più.

In Italia, milioni e milioni di cittadini, appassionati o meno di calcio hanno investito vere e proprie fortune alla ricerca dell’allora tredici milionario, altri tempi, altri soldi si potrebbe dire. Quel gioco ha significato per l’Italia quello che forse oggi è più accostabile al Superenalotto. La speranza, cambiare vita, farcela insomma, con un briciolo ed anche più di fortuna. Oggi, quel sogno, almeno cosi come siamo abituati a ricordarlo sta per svanire. Dal 2022 infatti sarà rivoluzione, tutto o quasi cambierà. Intanto a Torino c’è ancora chi vince, e nemmeno poco.

Totocalcio, la schedina fa ancora felice gli italiani: il “14” vale 300mila euro

Totocalcio vincita
Ansa

I fatti, inerenti alla vincita assolutamente eccezionale si sono svolti a Torino. Un sistema di gruppo, con ben 40 partecipanti, tra i quali i titolari della Ricevitoria Santa Rita, Daniele e Juri Vespa. 300mila euro con un super sistema insomma, cosi come si faceva una volta, e come raramente oggi si fa ancora. Le scommesse sui singoli eventi o su tutto ciò che può accadere in un incontro di calcio e non solo, hanno letteralmente spazzato via la voglia degli italiani di giocare al Totocalcio. A Torino però si insiste e i fortunati vincitori si portano a casa per l’esattezza 292mila euro.

LEGGI ANCHE >>> Superenalotto, per una vincita così ci vogliono un nuovo Iban e una nuova città: l’incredibile perché

L’ultima giornata di Serie A ha prestato il fianco al successo dei fortunati giocatori torinesi. Le vittorie di Empoli e Sassuolo, la prima a Napoli e la seconda in casa con la Lazio probabilmente nessuno se le sarebbe aspettate. Cosi come il pareggio della Juventus a Venezia. Risultati che hanno in qualche modo ristretto il campo dei potenziali vincitori ed ecco la fortuna materializzarsi e baciare di colpo i quaranta di Torino. Non tutto è andato perduto insomma, il trasporto in qualche modo per quel meraviglioso gioco c’è ancora. Dal prossimo anno però ci sarà un format tutto nuovo come ampiamente anticipato

La ricevitoria Santa Rita di Torino, una vera e propria istituzione da quelle parti, con una autorizzazione da parte del Coni risalente al 20 agosto 1949, ha regalato una delle ultime vittorie, probabilmente l’ultima della storia del Totocalcio cosi come siamo abituati a conoscerlo. Da gennaio, tra qualche giorno insomma, tutto sarà diverso e di quelle colonnine da riempire con le tre magiche formule resterà forse soltanto il ricordo.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Colpo di coda insomma del gioco forse più amato dagli italiani. A Torino si festeggia, ed è quasi simbolico che tutto abbia luogo in una delle città che forse più rappresentano il calcio che fu, uno sport amato da tutti, di grandi sogni e grandi speranze. Prima che tutto finisca, un ultimo interminabile sorriso, e tanta soddisfazione per la preziosa somma conquistata.