Individuato l’insospettabile colpevole della stangata in bolletta: come risolvere facilmente

La stangata in bolletta può essere evitata mettendo in atto tante semplici accortezze e identificando gli elettrodomestici dai consumi maggiori. Scopriamo uno dei colpevoli delle cifre esagerate.

stangata bolletta
Adobe Stock

L’attenzione ai consumi è di fondamentale importanza per non rischiare una vera e propria stangata in bolletta. I rincari di luce e gas sono giunti su di noi come un fulmine rendendo ancora più amaro il momento dell’apertura delle bollette. Ogni famiglia cerca di limitare al massimo le spese mettendo in atto quei comportamenti conosciuti che permettono di risparmiare. Far partire lavatrice e lavastoviglie a pieno carico, evitare di lasciare i rubinetti aperti se l’acqua non si utilizza, rispettare gli orari in cui sono previsti costi inferiori della corrente elettrica, spegnere le lampadine se si esce da una stanza, sono alcuni dei consigli da seguire per limitare i consumi. Esistono, poi, altre accortezze che non tutti conoscono ma che hanno un’importanza rilevante.

Ecco un colpevole della stangata in bolletta

Gli elettrodomestici, è risaputo, sono la principale causa della stangata in bolletta. Attenzione, però, il riferimento non è solamente all’accensione degli apparecchi ma anche alla loro manutenzione. Prendiamo ad esempio il frigorifero. Tutti noi puliamo l’interno periodicamente per non rischiare non solo consumi superiori ma anche il proliferare di batteri pericolosi per la nostra salute. Ebbene, un gesto molto importante non viene compiuto con la conseguenza che i consumi potrebbero aumentare a dismisura. Occorre tenere pulita anche la serpentina che si trova nella parte posteriore del frigo dove c’è il motore. La serpentina è fondamentale dato che si occupa dello scambio di calore e dunque del corretto funzionamento dell’elettrodomestico stesso. Se risulta essere sporca e impolverata limiterebbe il riscaldamento provocando un incremento dei consumi.

Allo stesso modo le guarnizioni sporche potrebbero influire sul corretto funzionamento allo stesso modo della chiusura non idonea del frigorifero.

Leggi anche >>> Consumano energia anche da spenti! Gli insospettabili elettrodomestici

Il metodo di pulizia della serpentina

Per pulire la serpentina occorre in primo luogo staccare il frigo dalla presa di corrente elettrica. Dopo aver messo in sicurezza l’apparecchio si può utilizzare l’aspirapolvere per togliere i residui di polvere lungo tutto il percorso della serpentina. Aria compressa o i fazzoletti cattura polvere possono essere una soluzione alternativa da usare soprattutto nei punti in cui l’aspirapolvere non arriva.

In caso di sporco incrostato sarà necessario munirsi di sgrassatore e strofinare accuratamente ma con delicatezza sulla parte coinvolta. Solo dopo la completa asciugatura della serpentina sarà possibile attaccare nuovamente la spina. Concludiamo con un suggerimento per la pulizia delle guarnizioni. Basta un miscuglio di acqua e aceto e un piccolo strumento come un cotton fioc per far splendere le parti.