Alcuni elettrodomestici comportano un dispendio di energia elettrica semplicemente perché non sono attaccati alla corrente. Vediamo quali sono nello specifico

elettrodomestici bollette
Foto © AdobeStock

Il consumo energetico è una tematica che suscita interesse collettivo. Visti i rincari delle bollette degli scorsi mesi, bisogna prestare ancor più attenzione per evitare che il conto a fine mese risulti ancor più salato.

A prescindere dal gestore con cui si è sotto contratto e dai consumi di cui non si può proprio fare a meno, c’è un aspetto che può aiutare e non poco a far abbassare i costi. Si tratta della gestione degli elettrodomestici.

Quali sono gli elettrodomestici che consumano corrente anche se non sono attivi?

Appurato che alcuni sono più deleteri di altri in termini di dispendio energetico, è bene conoscere alcuni aspetti che possono fare la differenza nel lungo periodo. Alcuni apparecchi infatti assorbono energia anche da spenti, qualora siano collegati ad una presa.

Tra questi figura la TV con schermo LCD che può consumare fino a 1,12 watt all’ora. Ancor peggio se si dispone di schermi più datati, che comportano addirittura un raddoppio rispetto ai consumi di cui sopra. In pratica un televisore spento ma attaccato alla corrente costa ai consumatori circa 4 euro all’anno. 

Medesimo il discorso per quanto concerne il cellulare. Dimenticare il caricabatterie alla presa della corrente è diventato praticamente un classico. In pochi però sanno che questo meccanismo porta a consumare 0,5 watt ogni 500 ore. Facendo una stima non propriamente approssimativa si traduce in circa 1 euro all’anno. La spesa è maggiore se si considerano i vari strumenti per ricaricare lo spazzolino da denti, rasoio, tablet, modem e altri dispositivi affini. 

LEGGI ANCHE >>> Bollette, occhio agli elettrodomestici: preoccupante aumento dei prezzi

Tra i nemici insospettabili dei consumatori c’è anche il cordless, ovvero il telefono senza fili. Uno strumento che arriva ad un consumo di circa 2,5 watt all’ora. In virtù di ciò sarebbe decisamente importante staccare tutti i fili dalle prese quando si esce di casa, abbandonando quella pigrizia che accompagna tanti sotto questo punto di vista.

Ne va del nostro portafoglio, che in questa fase già langue per via degli effetti deleteri lasciati in dote dal covid. Se poi ci mettiamo anche noi con azioni controproducenti, il quadro non può che essere catastrofico.