Occhio ai pagamenti di dicembre della pensione e del reddito di cittadinanza. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo quali sono le date da segnare sul calendario.

pagamenti dicembre reddito di cittadinanza
Foto © AdobeStock

L’ultimo mese dell’anno è arrivato, portando con sé un periodo all’insegna delle festività. In molti, in effetti, stanno già acquistando beni e servizi di vario genere da donare ad amici e parenti. Non per tutti, però, si tratterà di settimane all’insegna della serenità. Gli ultimi due anni, d’altronde, sono stati purtroppo segnati dall’impatto negativo del Covid che continua, ancora oggi, ad incidere negativamente sulle tasche di molte famiglie italiane.

Far fronte alle varie spese risulta sempre più difficile e per questo motivo non stupisce che si sia registrato un boom di richieste del reddito di cittadinanza. Misura introdotta dal governo Conte a sostegno di coloro che si ritrovano alle prese con delle gravi condizioni economiche, in tanti sono in attesa dei pagamenti che verranno effettuati dall’Inps nel corso del mese di dicembre. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Pensione e reddito di cittadinanza, occhio ai pagamenti di dicembre: cosa c’è da sapere

Alle prese con i vari acquisti tipici del periodo natalizio, non stupisce che in tanti siano in attesa dei vari pagamenti Inps di dicembre, alcuni dei quali verranno effettuati in anticipo rispetto alle mensilità precedenti.

Soffermandosi sulla pensione e sul reddito di cittadinanza, le ricariche per i nuovi beneficiari partiranno dal 15 dicembre. Per quanto riguarda coloro che già percepivano il sussidio in questione, invece, così come si evince dal sito dell’Inps:

Le disposizioni di pagamento successive alla prima vengono generalmente inviate a Poste Italiane dal 27 di ciascun mese, salvo diverse indicazioni. Poste Italiane caricherà la carta nei giorni immediatamente successivi“.

Proprio il 15 e il 27 dicembre, pertanto, sono i giorni da segnare sul calendario. Questo, almeno, per quanto concerne il pagamento della pensione e del reddito di cittadinanza. Si tratta, comunque, è bene sottolineare, di date indicative.

In vista delle festività natalizie, infatti, i pagamenti potrebbero essere effettuati con qualche giorno di anticipo. Rispetto alle consuete date mensili, molto probabilmente avranno luogo tra il 21 e il 24 dicembre.

Reddito di cittadinanza: cosa è possibile e cosa non è possibile acquistare con la carta

Il reddito di cittadinanza continua ad essere oggetto di polemiche, soprattutto in seguito ai dati allarmanti emersi dall’ultimo rapporto della Guardia di Finanza. Dall’altro canto, come già detto, in tanti sono in attesa del pagamento della mensilità di dicembre di tale sussidio, per cui dovranno segnare sul calendario le date poc’anzi citate.

Ebbene, proprio soffermandosi sul reddito di cittadinanza, ricordiamo che i percettori di tale sussidio non possono spendere la somma ricevuta a proprio piacimento. In base a quanto previsto dalla normativa vigente, infatti, è possibile utilizzare questa carta per acquistare beni e servizi di prima necessità, quali ad esempio generi alimentari.

Ma non solo, è possibile pagare anche il canone di affitto mensile o la rata del mutuo; così come spese sanitarie e le bollette per le utenze domestiche come luce, acqua e gas. Ma non solo, i percettori del reddito di cittadinanza possono prelevare ogni mese 100 euro, grazie ai quali poter effettuare acquisti in contanti.

Introdotto, come già detto, per aiutare le persone in difficoltà ad acquistare beni e servizi di base, ricordiamo che in base a quanto si evince dal decreto legge n. 4/2019,  “al fine di contrastare fenomeni di ludopatia, è in ogni caso fatto divieto di utilizzo del beneficio economico per giochi che prevedono vincite in denaro o altre utilità“, come ad esempio i gratta e vinci.

LEGGI ANCHE >>> Poste Italiane, saltare definitivamente la fila agli sportelli è possibile: il trucco che non ti aspetti

Come si evince dal sito di Poste Italiane, d’altronde, con la carta del Reddito di cittadinanza non è possibile effettuare pagamenti su siti di e-commerce. Ma non solo, non è possibile utilizzare l’importo in questione per giochi che prevedono vincite in denaro e nemmeno per effettuare operazioni di pagamento e di prelievo al di fuori dell’Italia.