Richiamo alimentare per un formaggio italiano, il Taleggio DOP della nota marca lombarda, può essere pericoloso

Formaggio Taleggio (Fonte: web)
Formaggio Taleggio (Fonte: web)

Gli allarmi alimentari, sono ormai quasi all’ordine del giorno. I controlli sempre massicci per fortuna, ci evitano di consumare pasti che potrebbero essere nocivi e se qualche giorno fa è toccato alla polenta rapida, oggi è importante conoscere il formaggio che si è andati ad acquistare.

Si tratta in questo caso, di un Taleggio DOP, bloccato dall’avviso ufficiale del Ministero della Salute. Si fa viva la possibilità che alcuni pezzi di questo cibo, siano già stati acquistati, quindi attenzione ai lotti da ispezionare.

Richiamo alimentare necessario per la nota marca

Il problema è quello ormai diventato classico, la possibilità di riscontrare cioè in questi cibi la listeria, come avvenne per una porchetta di produzione italiana, pochi giorni fa. Anche qui, ci troviamo di fronte ad una produzione interna del nostro Paese.

Infatti, il formaggio Taleggio DOP interessato, fa capo al marchio Mauri, prodotto a Pasturo in provincia di Lecco. Attenzione al lotto richiamato, controllate sulla confezione del prodotto che eventualmente, avreste comperato nei giorni scorsi. Il lotto segnalato, è il n°2440010, venduto in unità di peso da 200 gr., con data di scadenza indicata in 17-20/11/2021.

LEGGI ANCHE>>> Deodoranti spray, test sconvolgente: la lista dei prodotti da evitare

Purtroppo sembra che stavolta, ci sia anche già la possibilità che qualcuno abbia già consumato parte del prodotto ritenuto pericoloso. Per queste eventualità, l’Humanitas prepara sempre i consumatori, spiegando i possibili sintomi dei virus eventualmente assunti. Nel caso di possibile listeriosi, i sintomi potrebbero essere febbre; diarrea; nausea ed in alcuni casi, anche dolori muscolari. C’è però anche un caso più preoccupante e cioè se i sintomi da intossicazione per listeria si siano diffusi al sistema nervoso. In quel frangente, potrebbero essere presenti emicranieconfusione, irrigidimento del collo e perdita dell’equilibrio.