Possibile aumento del bollo auto, il lavoro da 3 mila euro al mese che nessuno vuole fare e perché non buttare la vecchia tv: tutti i temi caldi della settimana.

bollo auto lavoro mese digitale terrestre

Brutte notizie in arrivo per molti automobilisti che rischiano di dover fare i conti con l’ennesima batosta per via di un possibile aumento del bollo auto. Ma non solo, vi è un lavoro che permette di guadagnare ben 3 mila euro al mese che sembra nessuno voglia fare.

Se tutto questo non bastasse, sono in molti a voler sapere per quale motivo non debbano gettare il proprio vecchio televisore, anche se non compatibile con il nuovo digitale terrestre. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito e soprattutto cosa sta succedendo.

Bollo auto, possibile aumento della tassa automobilistica

Brutte notizie per molti automobilisti che temono di dover fare i conti con l’ennesima stangata a causa di un possibile aumento del bollo auto. Una notizia che piomba, per certi aspetti, come un fulmine a ciel sereno, dato che negli ultimi mesi si era fatta sempre più largo l’ipotesi di una possibile cancellazione della tassa in questione. Le ultime indiscrezioni, però, sono di tutt’altro avviso.

Il deficit pubblico, d’altronde, deve pur essere risanato, con i soldi che, a loro volta, devono essere presi da qualche parte. Da qui l’ipotesi che a breve si possa optare per un aumento della tassa automobilistica. Al momento, comunque, è bene sottolineare che si tratta solamente di ipotesi e nulla è stato deciso in merito.

Per approfondire LEGGI >>> Bollo auto, stangata in arrivo: l’incubo che vivranno in molti

Il lavoro da 3 mila euro al mese che nessuno vuole fare

In un periodo particolarmente complicato come quello attuale, non può non destare scalpore la notizia che arriva dalla provincia di Salerno. Vi è un lavoro, infatti, che permette di guadagnare ben 3 mila euro netti al mese, per 5 giorni lavorativi, che a quanto pare nessuno vuole fare. L’azienda che offre questo tipo di lavoro è la Napolitrans, che si occupa di trasporti. In particolare si cercano 60 autisti, ma la ricerca risulta alquanto complicata.

Alla base di queste difficoltà, secondo l’amministratore unico, Gerardo Napoli, c’è la fatica che il lavoro di camionista richiede. Ma non solo, a rappresentare un grosso ostacolo sono anche le spese iniziali da sostenere e che molti non sono in grado di superare. Come dichiarato al Corriere della Sera, infatti, in Italia pochi riescono a fare il camionista, in quanto “ci vuole la patente E. Per prenderla servono seimila euro circa e sei mesi di studio. Non tutti hanno la costanza e i soldi“.

Per approfondire LEGGI >>> Stipendio di 3000 euro netti al mese, non si presenta nessuno: come approfittarne

Digitale terrestre, non buttate il vecchio televisore: è possibile dotarlo di un decoder

È già iniziato il passaggio al nuovo digitale terrestre e per capire se la propria tv sia compatibile o meno con il nuovo standard si consiglia di sintonizzarsi sui canali 100 e 200, ovvero i canali test di Rai e Mediaset. Anche se non compatibile con il nuovo digitale terrestre, comunque, non bisogna necessariamente buttare il vecchio televisore.

Per approfondire LEGGI >>> Digitale terrestre, non gettate il vostro vecchio televisore: ecco perché

Questo in quanto è possibile optare per una soluziona alternativa, semplice ed economica. Se non volete comprare un nuovo apparecchio, infatti, potete decidere di dotare la vostra vecchia tv di un decoder esterno. Quest’ultimo costa circa 30 euro e permette di continuare a vedere i canali del nuovo digitale terrestre anche sul vecchio televisore.