I consumi dell’acqua possono essere ridotti fino a 6.000 litri. Un risparmio a tre zeri che consentirà di dare un taglio alle spese in bolletta.

consumi acqua taglio
Adobe Stock

Aumenti e rincari, due sinonimi che stiamo imparando a conoscere fin troppo bene in relazione ai costi delle utenze domestiche. Luce, gas e acqua, le spese in bolletta crescono costantemente e le famiglie italiane si ritrovano ad affrontare una situazione sempre più allarmante. I bonus sociali aiutano specifiche fasce della popolazione ma ci sono dei trucchi che possono essere utilizzati da tutti i cittadini per non ricevere una batosta bimestrale o trimestrale. Si tratta di accorgimenti per diminuire i consumi di elettricità e gas oppure per limitare il consumo dell’acqua fino a 6.000 litri. Approfondiamo quest’ultimo aspetto per dare un taglio alle bollette.

L’acqua, un bene prezioso e costoso

L’acqua è un bene da tutelare, prezioso, costoso e non illimitato. Tante persone sembrano non riflettere sull’importanza che riveste per la nostra vita questo composto chimico e quotidianamente sprecano un enorme quantità di acqua. Probabilmente ognuno di noi tende a sottovalutare il problema che si manifesta solamente nel momento in cui arriva la bolletta da pagare. Gli aumenti generali delle utenze aiutano a riportare l’attenzione sugli sprechi e a far nascere l’esigenze di conoscere i trucchi per un risparmio assicurato.

Nello specifico, alcuni accorgimenti consentiranno un risparmio a tre zeri, fino a 6 mila litri di acqua. Questo significa ridurre i consumi e, dunque, l’importo da corrispondere all’Acea o simili mentre si tutela l’ambiente in cui viviamo.

Come ridurre i consumi dell’acqua

Prima regola, classica e risaputa, fare attenzione ai rubinetti. Nel momento in cui l’acqua non viene utilizzata, il rubinetto deve essere chiuso. Anche se si tratta di un minuto o meno, il consumo a lungo andare si ridurrà con un sollievo per il proprio portafoglio. Questa accortezza riguarda sia l’ambito dell’igiene personale – lavarsi la faccia, i denti, insaponarsi i capelli – sia l’igiene della casa – il lavaggio dei piatti o dei fornelli.

Inoltre, è consigliabile fare la doccia piuttosto che riempire la vasca per un bagno. I tempi e i consumi di acqua si ridurranno parecchio e la differenza sarà visibile. Un altro accorgimento riguarda, poi, l’uso della lavastoviglie. E’ bene riempire l’elettrodomestico prima di azionarlo. In alternativa, se le stoviglie dovessero essere poche, è preferibile lavarle a mano per risparmiare acqua ed elettricità.

Leggi anche >>> I trucchi per riscaldare casa risparmiando: prepariamoci ad un inverno caldo senza troppe spese

Altri accorgimenti da mettere in atto

E’ importante ricorda di chiudere il rubinetto generale quando si va via da casa per qualche giorno. Perdite e sgocciolamenti vari non influiranno sui consumi e si dimostrerà l’attenzione dovuta all’ambiente. Ultimo consiglio è dotarsi di elettrodomestici di classe A+ o superiori, a consumo ridotto, capaci di risparmiare sia energia che acqua. La spesa iniziale sarà superiore ma verrà ammortizzata nel tempo con bollette meno care.