Brutte notizie per gli abbonati DAZN. I problemi della piattaforma streaming continuano ad aumentare e la pazienza sta finendo.

Dazn abbonati
Web

Non c’è pace per gli abbonati DAZN. Dopo la visione problematica delle partite di Serie A si aggiungono nuovi dilemmi legati proprio all’abbonamento e alle ultime notizie sulle offerte della piattaforma. In più, l’azienda inglese sta riscontrando varie difficoltà in relazione agli ascolti. Una denuncia di mancata trasparenza è già arrivata qualche tempo fa scatenando polemiche e recriminazioni che si sono andate ad aggiungere ai dibattiti sulla visione disturbata.

I problemi di DAZN, abbonati fate attenzione!

La questione “abbonamento” alla piattaforma streaming impensierisce non solo gli abbonati ma anche gli utenti che vorrebbero sottoscrivere un’offerta per vedere le partite di Serie A. Ricordiamo che DAZN ha vinto la battaglia del campionato contro Sky ma, fino ad ora, il servizio non si è rivelato all’altezza del costo richiesto ai clienti. Il problema è l’impossibilità per la piattaforma di garantire il servizio di streaming – quello per cui si paga – a tutti gli iscritti. Il caricamento è difficile, la visione è disturbata da continue interruzioni e messaggi di attesa, la sincronizzazione è sbagliata e le scuse di DAZN non bastano più.

L’unica soluzione per impedire che tutto questo accada nuovamente durante le prossime partite è la Fibra, una potente connessione ad internet capace di fornire un supporto completo. I clienti devono conoscere ciò di cui hanno bisogno per poter vedere le partite sulla piattaforma senza difficoltà. Solo la banda larga o ultra può evitare nuove arrabbiature con DAZN.

Leggi anche >>> Tim Vision e Dazn, piatto ricco: gli ingredienti della super offerta

Altri problemi della piattaforma

Come accennato, l’azienda sta riscontrando problemi legati agli ascolti. Per Legge ogni azienda deve fornire in maniera del tutto trasparente e onesta informazioni sui dati degli ascolti televisivi e il numero di abbonati alla piattaforma. Dopo due mesi dall’inizio del campionato di Serie A nulla di tutto questo è stato fatto. Nessuna certificazione, nessun numero di abbonati DAZN. L’azienda Nielsen che si occupa di rilevazioni statistiche ha il compito di eseguire i calcoli anche per DAZN ma il problema è la distanza che intercorre tra il paese in cui è effettuata la rilevazione e il paese “rilevato”. Dubbi sulle pratiche sono state avanzate da Auditel, azienda italiana, che ha lanciato perplessità sull’operato di Nielsen.

In conclusione, il periodo difficile della piattaforma sembra non volersi concludere. Gli abbonati sono sul piede di guerra e richiedono più che un piccolo rimborso. Vogliono vedere giocare, senza problemi di visione, la propria squadra del cuore.