Aeroporto di Milano, torna un fenomeno già segnalato da Striscia la Notizia. Non sono veri tassisti ma persone che contravvengono alle norme in vigore. 

Valerio Staffelli Striscia la Notizia
Web

I servizi di Striscia la Notizia sono molto utili per sapere a cosa prestare attenzione. Negli ultimi tempi abbiamo scoperto che siamo costantemente “spiati” tramite lo smartphone, che sulla nostra tavola arrivano prodotti che nascondono inquietanti verità e che alcuni siti di assicurazione auto sono delle truffe in cui è facile cadere. Ora arriva un’ulteriore notizia che richiama la nostra attenzione sull’Aeroporto di Milano e sui tassisti che tassisti non sono. Valerio Staffelli ha riportato – nuovamente – alla luce un fenomeno che affonda le radici nell’illegalità dato che viola determinate norme in vigore.

L’inchiesta di Striscia la Notizia sull’Aeroporto di Milano

In passato Valerio Staffelli, inviato di Striscia la Notizia,  è stato all’Aeroporto di Milano proprio per segnalare lo stesso fenomeno ritornato da qualche tempo. La denuncia è partita da alcuni tassisti e riguarda i Noleggi con Conducenti che si denominano “taxi” quando in realtà non lo sono dato che non rispettano le norme della categorie. Le direttive generali prevedono che i lavoratori devono attendere al banchetto assegnatogli aspettando che sia il cliente ad avvicinarsi per richiedere il servizio. All’Aeroporto di Milano ci sono, invece, dei furbetti che tentano di adescare le persone all’uscita dei Gate spacciandosi per tassisti pur non essendolo. Sono, infatti, conducenti di auto non ufficiali che mettono in crisi il lavoro dei veri tassisti costretti ad attendere al proprio banchetto fuori dall’aeroporto.

Leggi anche >>> Canone Rai, controlli serrati contro i furbetti: cosa rischia chi non paga

Come si è conclusa la vicenda

Valerio Staffelli si è recato all’aeroporto coinvolgendo direttamente i conducenti di auto a noleggio e chiedendo il motivo per il quale contravvenissero alle regole. Il clamore suscitato dal servizio ha portato l’intervento della Guardia di Finanza che ha ristabilito l’ordine all’Aeroporto di Milano, almeno per il momento. Come già detto, infatti, in passato un servizio simile di Striscia la Notizia aveva portato alla luce la problematica ma, trascorso un po’ di tempo, i furbetti sono tornati. A rimetterci sono i tassisti ufficiali del capoluogo lombardo che perdono clienti e soldi. I clienti possono aiutarli non accettando il servizio offerto da chi entra fino al gate non rispettando le norme. La diffusione dell’informazione in relazione al fenomeno, dunque, è importante affinché i tassisti non si trovino più in una situazione di difficoltà come quella descritta.