Come conoscere il valore di un buono fruttifero, quando si può ottenere l’aspettativa retribuita e cosa evitare al supermercato: tutti i temi caldi della settimana.

buoni fruttiferi_Aspettativa retribuita_trucco supermercato

Conoscere il valore di un Buono Fruttifero Postale in tempo reale è possibile grazie all’utilizzo di simulatori online presenti in alcuni portali. Ma non solo, in presenza di alcuni casi patologici è possibile ottenere l’aspettativa retribuita e ben 18 mesi di congedo.

Se tutto questo non bastasse, sono in molti a voler sapere a cosa dover stare attenti quando si va al supermercato, in quanto vi è un comportamento che conviene evitare. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito e soprattutto cosa sta succedendo.

Buono Fruttifero Postale: ecco come conoscerne il valore

Conoscere il valore di un Buono Fruttifero Postale in tempo reale è possibile grazie all’utilizzo di simulatori online presenti in alcuni portali. Tra questi il simulatore di Poste Italiane che permette di visionare il valore del Buono in proprio possesso in tempo reale. Bisogna accedere alla sezione di riferimento denominata “Risparmiare con i Buoni”. Nella pagina è possibile visualizzare varie voci tra cui “Vorrei conoscere il valore del mio buono”.

In alternativa per conoscere in tempo reale il valore del Buono è possibile accedere al portale di Cassa Depositi e Prestiti. Il sito presenta un simulatore del tutto simile a quello di Poste Italiane, con l’apposito tool che si trova nella sezione relativa al “Calcolo dei rendimenti”. Quest’ultimo è facilmente rintracciabile nella home page del portale www.cdp.it.

Per approfondire LEGGI >>> Buono Fruttifero Postale, come conoscerne il valore: i migliori simulatori online

Quali malattie danno diritto all’aspettativa retribuita e a 18 mesi di congedo

In presenza di alcuni casi patologici si ha il diritto ad ottenere l‘aspettativa retribuita e ben 18 mesi di congedo. In questo modo il lavoratore non perde diversi diritti fondamentali come la conservazione del posto e l’erogazione dello stipendio. Questo è possibile a patto che la patologia comporti una menomazione delle capacità lavorative.

Entrando nello specifico, si ha diritto all’aspettativa retribuita e a 18 mesi di congedo in presenza di malattie oncologiche, cardiovascolari, respiratorie, renali e disturbi neurologici che rendono complicato lo svolgimento delle proprie mansioni.

Per approfondire LEGGI >>> Aspettativa retribuita e 18 mesi di congedo per chi è alle prese con queste patologie

Supermercato, ecco perché conviene evitare le corsie centrali

Ogniqualvolta andiamo al supermercato è meglio stare attenti, in quanto vi è un comportamento, in particolare, che conviene evitare. A tal proposito è sempre bene ricordare che di solito nelle corsie centrali sono esposti i prodotti a lunga conservazione e i cibi processati. Questo in quanto gli alimenti deperibili hanno bisogno di refrigerazione e le prese elettriche per i frigoriferi sono disposte lungo le pareti.

Per approfondire LEGGI >>> Supermercato, occhio al trucco: ecco cosa conviene evitare quando facciamo la spesa

Per una dieta salutare, però, è preferibile limitare il più possibile i cibi processati. Proprio per questo, quando possibile, si consiglia di evitare le corsie centrali del supermercato in modo tale da non cadere in tentazione.