Truffe, il mercato del raggiro è sempre attivo e pronto a fare nuove vittime nei modi più insospettabili ed efficaci.

Di truffe on line sentiamo parlare praticamente ogni giorno, tecniche sempre più efficaci purtroppo per noi che portano con molta frequenza il malintenzionato a compiere l’operazione preventivata sulla pelle di vittime che spesso nemmeno riescono a rendersi conto subito di ciò che di fatto è successo. Le tecniche sono bene o male sempre le stesse i link sui quali si è invitati a cliccare per un aggiornamento o per qualsiasi altro strampalato motivo.

L’accesso all’Home Baking ed i truffatori che dall’altra parte riescono ad intrufolarsi nelle nostre informazioni riuscendo a violare conti correnti ma anche carte prepagate, tutto insomma. Spesso il risultato è constatabile dopo qualche giorno, in altri casi, invece le vittime riescono a rendersi subito conto del raggiro, magari avvisate dal proprio istituto di credito che già visualizza le anomali operazioni che partono dal nostro conto corrente.

LEGGI ANCHE >>> L’incredibile caso della banconota falsa a metà: occhio alla truffa

Tra buoni Ikea ed app che rubano ogni informazione ed anche di più

L’app Vultur, ad esempio rappresenta una sorta di novità nel settore. Si era abituati ai fantomatici buoni Ikea o Decò, in quel caso si chiedeva di accedere con le proprie credenziali Home Banking per attivare tali sconti, ed invece le intenzioni dall’altra parte erano tutt’altre. Oggi abbiamo di fronte un fenomeno del tutto diverso. Come si diceva prima, Vultur. L’app silenziosa che entra in azione nel momento in cui si accede alla nostra banca.

Spia il nostro smartphone e sa quando entrare in azione. Nel momento in cui accediamo all’Home Banking l’app si attiverà per intrufolarsi del nostro conto corrente e provare ad attivare una serie di operazioni chiaramente in favore dei truffatori.

LEGGI ANCHE >>> Truffa on line, cade nel tranello e fornisce le sue credenziali: derubato

Un settore che di certo non conosce crisi, quello delle truffe, e nemmeno va in ferie. Anzi molto spesso proprio momenti come questi risultano abbastanza fertili per i truffatori di turno. Sempre allerta, e sempre attenti all’operazione che si sta eseguendo, nel dubbio, il consiglio è fermarsi.