In arrivo il Bonus Occhiali, una misura che tarda ad arrivare ma è nei piani del Governo da qualche tempo. Scopriamo di cosa si tratta nell’attesa del Decreto attuativo.

occhiali bonus 50 euro
Adobe Stock

Il fondo da 15 milioni di euro c’è, i requisiti anche, manca solo il decreto attuativo della misura. Parliamo del Bonus Occhiali, l’agevolazione prevista nell’ambito degli incentivi ideati per aiutare le famiglie a basso reddito che si trovano in situazioni di difficoltà economiche dopo la pandemia. Si è in attesa di informazioni certe sulle modalità di richiesta del bonus che dovranno pervenire dal Ministero della Salute in associazione con il Ministero dell’Economia e delle Finanze. Vediamo, intanto, tutto quello che si sa sulla misura ad oggi.

Caratteristiche del Bonus Occhiali

La misura consiste in uno sconto di 50 euro sull’acquisto di un paio di occhiali con lenti da vista e a contatto correttive. L’incentivo non si rivolge a tutti i cittadini ma solo a coloro che hanno un Isee inferiore a 10 mila euro. Non si conoscono ancora le tempistiche relative all’invio della domanda né le modalità di inoltro della richiesta. Potrebbero, poi, essere aggiunti ulteriori requisiti oppure allargata la platea dei destinatari. Ad oggi, dunque, ci sono solo tante domande e poche risposte. L’ipotesi è che nel corso dell’autunno si potranno ottenere maggiori informazioni con l’attuazione del Decreto relativo al Bonus Occhiali.

Leggi anche >>> Donne vittime di violenze, il Bonus per il reinserimento nel lavoro: i dettagli

Altri bonus da richiedere nell’attesa

Oltre ai bonus in arrivo, il Bonus Occhiali, il Bonus Rubinetto, il Bonus Kit di digitalizzazione, è possibile richiedere misure ancora attive che consentono di ridurre le spese. Interessanti soluzioni sono i Bonus senza Isee per importi fino a 8 mila euro. Citiamo, ad esempio il bonus mobili dedicato alle famiglie che intendono acquistare un nuovo elettrodomestico oppure dei nuovi mobili per arredare il proprio immobile. Non è previsto, come accennato, l’Isee minimo ma occorrerà rispettare altri requisiti. La spesa massima detraibile è di 16 mila euro e, in generale, si potrà usufruire della detrazione del 50% sull’importo speso. I lavori di ristrutturazione dovranno essere stati avviati dal 1° gennaio 2020 e gli acquisti dovranno essere effettuati entro il 31 dicembre. Ricordiamo che per poter approfittare della misura occorrerà procedere con il pagamento tramite modalità tracciabile. Il riferimento, dunque, è al bancomat, carta di credito e bonifico.