Buone notizie in arrivo per molti che potranno beneficiare di un bonus fino a 8 mila euro, a prescindere dal proprio Isee. Ecco cosa c’è da sapere in merito.

bonus
Foto © AdobeStock

A partire dalla cura personale fino ad arrivare alla propria abitazione, sono tantissimi i costi da dover puntualmente sostenere. Se tutto questo non bastasse, l’impatto del Covid sull’economia ha contribuito a peggiorare la situazione, rendendo spesso difficile riuscire ad affrontare le varie spese. Proprio in questo contesto giunge in nostro aiuto il governo, che ha messo a disposizione vari bonus e agevolazioni.

Quest’ultimi sono volti a offrire un valido sostegno alle categorie maggiormente colpite. Ma non solo, fino alla fine del 2021 molte famiglie potranno beneficiare di un bonus fino a 8 mila euro, a prescindere dal proprio Isee. Ma di cosa si tratta e chi ne ha diritto? Entriamo nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

Bonus mobili senza Isee, fino a 8 mila euro per tutti: come funziona

Come già detto, tanti sono i bonus messi a disposizione dal Governo per l’anno in corso, molti dei quali scadono al 31 dicembre 2021. Tra questi il bonus mobili, che permette di beneficiare di uno sconto fino a ben 8 mila euro, a prescindere dal proprio Isee. Una grande opportunità, quindi, per chi desidera acquistare nuovi elettrodomestici e mobili di arredamento.

Prorogato grazie alla legge di bilancio fino al 31 dicembre 2021, infatti, anche per quest’anno è possibile beneficiare di una detrazione del 50% per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+, per arredare una casa ristrutturata. In caso di forni e lavasciuga classe A o superiore.

Ma non solo, a differenza degli anni scorsi è stata aumentata la spesa massima detraibile, che è passata dal limite di 10 mila euro a 16 mila euro. Per poter usufruire di tale misura bisogna aver iniziato i lavori di ristrutturazione della propria abitazione a partire dal 1° gennaio 2020. L’acquisto di mobili ed elettrodomestici, invece, deve essere effettuato entro la fine dell’anno in corso.

LEGGI ANCHE >>> Mamme e famiglie, occhio ai bonus: tutto quello che c’è da sapere

Non danno diritto al bonus, invece, porte, pavimenti, tendi e altri complementi di arredo. Ricordiamo, inoltre, che per poter beneficiare del bonus mobili è necessario effettuare i pagamenti tramite bonifico o carta di debito o credito. Non è ammesso, invece, pagare con assegni bancari, contanti o altri strumenti di pagamento.