Mentre si parla di estensione del Green Pass, resta nutrita la schiera di chi non si è sottoposto al vaccino. Ecco chi e dove.

No vax vaccino Italia
Foto © AdobeStock

No Vax ma non solo. Non tutti coloro che hanno scelto di non sottoporsi al vaccino anti-Covid, infatti, sono dei convinti avversari della vaccinazione in sé. Scetticismo, rinuncia alle concessioni del Green Pass, semplicemente impossibilità medica nel sottoporsi al siero. Le motivazioni possono essere molte ma questo cambia la sostanza solo fino a un certo punto. Al momento, infatti, si aggira sui 10 milioni il numero di chi, in Italia, non ha ancora ricevuto nemmeno la prima dose di vaccino anti-Covid.

Un numero di cui le proteste contro l’obbligo esteso del Green Pass, andate in scena negli ultimi giorni, sono uno specchio parziale ma piuttosto nutrito. La cifra dei non vaccinati rappresenta comunque un ostacolo all’obiettivo 90% di copertura vaccinale che il governo si è proposto entro la fine dell’anno. Per questo, nelle ultime settimane, si è più volte parlato di un ulteriore allargamento dell’uso della certificazione verde. Una notizia che non è piaciuta a chi ancora conserva dubbi sulla vaccinazione.

No vax e non solo: l’identikit di chi non si è ancora sottoposto al vaccino

Ma chi è ancora dice no al vaccino? Come detto, non si tratta solo di No Vax convinti. Si tratta di una serie di cittadini che, pur avendone diritto, hanno scelto (e scelgono tuttora) di non sottoporsi al siero per i motivi più diversi. Difficile identificare chi non si è ancora immunizzato ma, attraverso i dati di chi invece ha scelto di farlo, è possibile inquadrare perlomeno le macro-aree alle quali appartiene. Ad esempio, è noto che fra i principali non vaccinati figura un 4-5% di italiani che rientra nella categoria dei No Vax (circa 2,5-3 milioni di persone). Accanto a loro, figurano i cosiddetti indecisi: chi ha paura, gli ex malati e chi proprio non può sottoporsi a vaccino.

LEGGI ANCHE >>> Vaccino obbligatorio, si allarga il ventaglio: altre categorie entro fine anno

La maggior parte di queste persone vivrebbero nel Sud Italia anche se, numeri alla mano, la città meno immunizzata sarebbe Bolzano. Nella città altoatesina, infatti, il 26,8% della popolazione non avrebbe ricevuto ancora nemmeno la prima dose. Secondo e terzo posto per le regioni Calabria e Sicilia, seguite dalla Valle d’Aosta, per una percentuale compresa fra il 25,9 e il 23,5% di non vaccinati. Per quanto riguarda le fasce d’età, oltre il 18% dei cinquantenni avrebbe rifiutato il vaccino, per un totale di 1,7 milioni di italiani. La fascia complessiva dei non vaccinati si estende fino a 30 anni. Più preoccupazione per gli over 50 comunque, più soggetti al rischio di ospedalizzazione.