14.800 rubati fingendosi carabinieri: poi arrivano quelli veri

Si fingono carabinieri e riescono a truffare un anziano, ma i veri militari riescono a fermarli ed arrestarli

Auto carabinieri (Fonte foto: web)

Come spesso ci ritroviamo a leggere, ai truffatori purtroppo non interessa chi hanno di fronte e pure di portare a casa un lauto bottino, finiscono per imbrogliare anche i più anziani. Anzi, a dirla tutta, sono proprio loro le vittime più ricercate.

A Casamicciola, Ischia, è stato proprio un ottantaquattrenne a rischiare di perdere diverse migliaia di euro, se non fosse stato per il pronto intervento dei militari. Ai truffatori, è bastato fingersi qualcuno che non erano, come i finti corrieri che rubarono giorni fa, 14mila euro.

Si fingono carabinieri, ma finiscono per farsi arrestare

I carabinieri dell’isola napoletana, quelli veri, hanno alla fine della vicenda arrestato i malviventi con l’accusa di truffa aggravata, resistenza a pubblico ufficiale, sostituzione di persona e usurpazione di titoli e funzioni. Davvero niente male, se si vuol rischiare di non uscirne indenni.

I due fermati, sono un ventiquattrenne ed un ventiduenne, entrambi di Ponticelli. Il primo era già noto alle forze dell’ordine, ma il secondo è incensurato. Tra le tante truffe portate a termine nelle scorse settimane, anche quella delle false polizze auto ha mietuto tante vittime, ma tornando all’anziano di Ischia, è stato contattato telefonicamente dai due malviventi, che si fingevano carabinieri dicendogli che la figlia era stata arrestata a causa di un debito, che se pagato avrebbe evitato brutte faccende alla donna.

LEGGI ANCHE>>> Terremoto Amatrice: dove sono finiti i soldi che abbiamo donato al centro Italia

La richiesta era di 14.800 euro e una volta ottenuti, i truffatori si erano allontanati a bordo di un’utilitaria. I veri carabinieri però, hanno provato a fermarli solo pochi metri più avanti e dopo l’alt è partito anche un breve inseguimento. Dopo una piccola colluttazione, il Comandante della Compagnia di Ischia e il suo autista sono riusciti a fermare i giovani. All’anziano sono stati restituiti tutti i soldi.