I percettori del reddito di cittadinanza stanno per assistere all’arrivo di importanti novità. Le sorprese sono positive e riguardano i pagamenti e i limiti di prelievo.

Adobe Stock

Buone notizie per i percettori del reddito di cittadinanza in merito all’erogazione delle ricariche e alle modifiche dei limiti di prelievo. L’INPS aveva annunciato un anticipo dei pagamenti nel mese di agosto definendo la data della ricarica al 13 agosto (invece del 15). Una notizia piacevole per i beneficiari del RdC che è diventata ancora più bella.

Leggi anche >>> Reddito cittadinanza di gennaio a rischio? Cosa fare per non perderlo

Sorpresa nei pagamenti di agosto

La ricarica dei pagamenti prevista per il 15 agosto non è stata anticipata al 13, come sentito da indiscrezioni delle scorse settimane, bensì al 10 agosto. Da ieri, infatti, sono partite le erogazioni con cinque giorni di anticipo sulla regolare scadenza. Non tutti i percettori del reddito di cittadinanza, però, beneficeranno di questo spostamento di tempistica.

I destinatari sono coloro che hanno inoltrato domanda di RdC per la prima volta e attendono, dunque, la prima ricarica. In più, beneficiari sono i soggetti che hanno rinnovato la richiesta dopo il termine dei 18 mesi, quelli che attendono delle ricariche arretrate e coloro che aspettano le integrazioni delle misure da 1.600 e 2.400 euro.

Leggi anche >>> Reddito di Emergenza, come affrontare il mancato accredito: contatti e numero verde

Altre info per i percettori del reddito di cittadinanza

Mentre Poste Italiane gestirà l’erogazione dei pagamenti si attendono anche altre novità per i percettori del reddito di cittadinanza. Naturalmente non tutti gli importi saranno versati in giornata ma la disposizione consente di essere sicuri del prossimo caricamento. Chi non beneficia di questo anticipo del pagamento dovrà, invece, attendere il 27 agosto. Il venerdì in questione è il giorno previsto per l’erogazione degli importi di RdC dalla seconda alla 18sima ricarica.

Gli importi verranno ricevuti in automatico e, di conseguenza, la ricarica di agosto non dovrebbe includere l’assegno unico temporaneo per i figli minori di 18 anni. Gli arretrati si riceveranno a settembre, mese in cui la ricarica sarà più sostanziosa.

Leggi anche >>> Reddito di emergenza e lavoratori stagionali: si avvicinano le date dei pagamenti

Novità in arrivo per il RdC

Oltre all’anticipo dei pagamenti per il mese di agosto, una novità caratterizza il reddito di cittadinanza. Parliamo di un cambiamento relativo al limite di prelievo che coinvolgerà l’intero nucleo familiare. E’ previsto l’invio di una carta di reddito per ogni membro maggiorenne in modo tale che ognuno possa prelevare la propria parte. Per il momento l’ufficializzazione non c’è stata e si attende la pubblicazione della modulistica e dei dettagli relativi alle modifiche della misura.