Le domande per il Reddito di Emergenza sono state inviate e ora si attendono i pagamenti. Ecco i contatti e il numero verde di riferimento per risolvere eventuali problematiche.

Web

Il 31 luglio 2021 si sono chiuse le porte sul Reddito di emergenza. Scaduto il termine di presentazione delle domande non bisogna fare altro che attendere l’avanzare dell’istruttoria e il pagamento della somma spettante. Si tratta di quattro mensilità, da giugno a settembre, che rappresentano la seconda tranche del 2021 del Rem. Possono ottenere il bonus coloro che hanno reddito familiare inferiore all’importo teorico della misura, un reddito immobiliare inferiore a 10 mila euro e ISEE inferiore a 15 mila euro.

Leggi anche >>> Reddito di emergenza e lavoratori stagionali: si avvicinano le date dei pagamenti

Come verificare il corretto inoltro della domanda

Il Reddito di Emergenza, come ogni altra misura di sostegno pensata dal Governo, viene erogato solamente in caso di soddisfazione dei requisiti prima elencati. E’ possibile controllare costantemente l’istruttoria per verificare il corretto andamento della procedura e correggere eventuali errori per tempo. Il controllo in tempo reale può essere richiesto all’intermediario utilizzato per inoltrare la richiesta di Rem ma è bene sapere che le tempistiche potrebbero subire dei ritardi dato il gran numero di verifiche da effettuare. Di conseguenza, agire in autonomia velocizzerebbe i controlli e alleggerirebbe il lavoro degli intermediari.

Leggi anche >>> Assegno unico e reddito di cittadinanza, occhio ai pagamenti: cosa sta succedendo

Sito INPS per controllare l’istruttoria

La procedura da seguire è semplice e ha come riferimento il portale dell’INPS. Le sezioni di riferimento sono quelle utilizzate per l’inoltro della domanda e si trovano all’interno della sezione MyInps. L’accesso è consentito con Spid, carta elettronica di identità, Carta Nazionale dei Servizi o Pin (ancora per poco tempo).

La pagina di riferimento contiene i dati personali del richiedente elencati in una colonna a sinistra dello schermo. La sezione da selezionare è “Gestione domanda” e poi “Lista domande ed esiti”. Si aprirà una pagina con una tabella in cui si potranno visualizzare le domande inviate in relazione al Reddito di Emergenza. La zona di nostro interesse è quella con la voce “Esito”. Se opaca e non attiva l’istruttoria non è stata ancora eseguita, se rossa e attiva si può cliccare e leggere l’esito della richiesta.

Leggi anche >>> Reddito di cittadinanza pronto al cambiamento! Ecco l’interessante novità

Come risolvere le criticità, numero verde e contatti

L’esito potrebbe riportare delle criticità rilevate dall’INPS che stanno impedendo il corretto svolgimento della procedura. A questo punto non bisogna lasciarsi scoraggiare ma rivolgersi a chi può risolvere le problematiche. Il portale INPS mette a disposizione degli utenti un form da compilare per chiedere spiegazioni e aiuto in relazione al Rem. La voce da cliccare è “INPS Risponde” e “Inserisci nuova richiesta”. Una notifica sms informerà della risposta dell’ente.

L’alternativa al form è il numero da contattare 24 ore su 24 con risposta in automatico oppure con operatore. Purtroppo non è un numero verde ma è disponibile in otto lingue ed è gratuito chiamando l’803 164. Da mobile occorre chiamare lo 06 164 164 pagando quanto previsto dal proprio operatore.