Ancora prodotti ritirati dal mercato per la presenza di agenti tossici per la salute al proprio interno. Le ultime.

Supermercato
Supermercato (Adobe)

Ancora prodotti dannosi per il nostro organismo, ancora prodotti ritirati dal mercato per la presenza di sostanze dannose al loro interno. Dopo i fatti della scorsa settimana con il ritiro prima di prodotti alimentari da numerose catene di supermercati e poi di gelati marchio Mars Italia ritirati dai supermercati Decò è tornata la minaccia di prodotti contaminati anche stavolta prontamente ritirati dagli scaffali dei supermercati coinvolti.

Numerose le segnalazioni in questi giorni riguardanti un particolare marchio di merendine per bambini che sarebbero contaminate da una pericoloso pesticida. Ancora l’ossido di etilene, cosi come era successe per le passate vicende che hanno riguardato il ritiro di articoli sai supermercati italiani. A richiamare i propri prodotti dal mercato dopo Mars, arriva Benneti con l’iniziativa che ha riguardato il ritiro di un lotto di confettura di Mora rossa e mirtillo nero.

LEGGI ANCHE >>> Doppio ritiro di pesce al supermercato: la motivazione è inquietante

Prodotti ritirati dal mercato: i numeri di lotto

Le “Bisfrolline con Mirtillo e Mora Confezione 200g”, il prodotto in questione incriminato e ritirato dal mercato è prodotto e commercializzato dalla Dolciaria Val d’Enza S.p.A., nello stabilimento di Via del Conchello, 43 in località Canossa, in provincia di Reggio Emilia. Un caso insomma analogo ai precedenti, con il rischio di contaminare l’organismo umano con pesticidi e sostanze che non dovrebbero starci all’interno di un alimento.

I numeri di lotti dei prodotti interessati al ritiro sono:  1L064-1L113-1L127-1L155-1L183. La relativa scadenza dei lotti in questione è la seguente:  15/10/21 – 30/11/21 – 15/12/21 – 15/01/22 – 15/02/22.

LEGGI ANCHE >>> Diversi marchi di burro ritirati dal mercato: cosa contenevano all’interno

Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” ha dichiarato che bisogna stare attenti e verificare eventualmente i prodotti presenti nelle nostre case, e nell’eventualità in cui corrispondano ai lotti segnalati riconsegnarli presso i rispettivi supermercati. Sarebbe di fatto attiva l’operazione che prevede, di fatto, la riconsegna dei prodotti in questione presso i punti dove stono stati precedentemente acquistati.