Ritiro pesce al supermercato per la presenza eccessiva di un materiale al suo interno. Vediamo cosa è successo e a cosa bisogna prestare massima attenzione

Ritiro pesce
Fonte Pixabay

I richiami alimentari sono ormai all’ordine del giorno. La lavorazione dei prodotti volta alla loro conservazione è in qualche modo deleteria. Alle volte si usano materiali contenti metalli nocivi per la salute umana. 

Massima attenzione per quanto concerne il pesce, che attraverso questi meccanismi rischia di essere contaminato e provocare degli effetti drastici a chi li consuma. Uno degli ultimi casi in tal senso riguarda una creatura del mare, che fa impazzire molte persone.

LEGGI ANCHE >>> Pericolo Grana Padano: in atto una contaminazione che porta gravi effetti collaterali

Ritiro pesce al supermercato: il motivo della decisione

Si tratta di due lotti di pesce spada, che sono stati richiamati per la presenza di mercurio oltre i limiti consenti. Fortunatamente al momento della segnalazione da parte di Sogegross (gruppo operante nella grande distribuzione all’ingrosso), entrambi i lotti erano già scaduti da alcuni giorni. 

Andando nello specifico il primo prodotto in questione è un filone di pesce spada decongelato a marchio Alfrisa. Il numero di lotto è 423534 con scadenza 9/07/2021 prodotto a Barcellona e venduto nelle pescherie Cash a partire dal giorno 1/07/2021.

L’altro invece è un filone del medesimo pesce distribuito dall’azienda Giò Mare Srl avente come numero di lotto 2118/023 e scadenza il 9/07/2021 in vendita al Cash Bologna dal 2/07/2021.

Proseguendo su questa scia è notizia di pochi giorni fa quella del ritiro di alcuni lotti di calamari. Erano reperibili in una catena di supermercati piuttosto in auge nel Bel Paese. Per ulteriori particolari in merito a questo richiamo clicca qui. 

LEGGI ANCHE >>> Acqua in bottiglia dallo strano sapore: non bevetela

Non solo pesce però, nell’ultimo periodo i richiami hanno interessato anche altri alimenti. Di recente è stato ritirato un lotto di semi di sesamo biologici a marchio Sarchio per la presenza di ossido di etilene. Il prodotto in questione è disponibile in sacchetti da 180 grammi e riporta il numero di lotto 204431.

Ad ogni modo è sempre bene essere aggiornati sulle disposizioni in merito alle segnalazioni alimentari, che fortunatamente con i mezzi attuali sono piuttosto tempestive.