Poste Italiane opera nel settore della corrispondenza e della logistica e nei servizi finanziari e assicurativi. Oggi l’azienda mette a disposizione anche la carta Postepay Digital. Come funziona?

Poste italiane lavoro
Foto © AdobeStock

Tutti in Italia conoscono l’espansione che negli ultimi anni ha avuto il gruppo Poste Italiane S.p.A. D’altronde, sono i numeri a parlare a favore di questo operatore: 159 anni di storia; una rete di oltre 12.700 Uffici Postali; 125 mila dipendenti; 569 miliardi di euro di attività finanziarie totali e 35 milioni di clienti, fanno immediatamente comprendere che Poste Italiane consiste in una parte fondamentale del tessuto economico; sociale e produttivo della penisola. Impossibile dunque negare che essa sia una realtà unica in Italia per dimensioni, riconoscibilità, diffusione nel territorio e fiducia da parte dei clienti.

Assai solida dal punto di vista finanziario, Poste Italiane S.p.A. è oggi quotata alla Borsa di Milano, ed è partecipata per il 29,3% dal Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF); per il 35% da Cassa Depositi e Prestiti (CDP), a sua volta controllata dal MEF, e per la restante componente da vari inve­stitori istituzionali e retail.

Al top in Italia nel settore logistico; finanziario; assicurativo; e dei servizi di pagamento, oggi l’offerta del Gruppo Poste Italiane è davvero ampia e variegata, come già abbiamo avuto modo di notare con riferimento ad esempio a PosteMobile nell’ambito della telefonia. Di seguito intendiamo focalizzarci sulla carta prepagata Postepay Digital, ossia una carta gestibile interamente online e che nasce come strumento digitale, con la possibilità di evolversi in una carta fisica. Ne vedremo le caratteristiche essenziali per capire come funziona e quali sono i punti essenziali, nonchè i vantaggi del prodotto.

Postepay Digital: la sicurezza del gruppo Poste Italiane

Abbiamo appena sottolineato l’ampiezza e la trasversalità dell’attività di Poste Italiane S.p.A.: non deve stupire dunque che tra le sue proposte, oggi vi sia anche l’innovativo strumento denominato carta Postepay Digital. Infatti, l’Azienda oggi riveste un ruolo importante nel Paese, ed anzi strategico, dando un consistente contributo alla filiera produttiva e all’economia nazionale. Attraverso investimenti mirati e la collaborazione con gli altri operatori della sua catena del valore, produce risultati positivi non soltanto con il proprio business, ma anche generando esternalità attraverso l’attivazione di una catena di fornitura locale.

Insomma, un’attività composita quella di Poste Italiane S.p.A., azienda che si occupa di servizi postali; bancari (con il Patrimonio Bancoposta); finanziari; di telecomunicazione; di telematica pubblica e di operazioni di riscossione, pagamento e di raccolta del risparmio postale. Come ricordato all’inizio, sono proprio i numeri a parlar chiaro e fare di Poste Italiane una indiscussa protagonista dello scenario delle aziende italiane. Detti impatti rappresentano l’effetto del coinvolgimento di un numero amplissimo imprese locali nella catena di fornitura e delle attività di investimento in società italiane e in titoli di Stato. E ciò va a diretto beneficio di tutte l’economia del paese e, in ultima analisi, del singolo cittadino.

LEGGI ANCHE >>> Selfy Conto Banca Mediolanum, caratteristiche e opinioni dei clienti 

Carta Postepay Digital: di che si tratta?

Fatte queste doverose premesse sul ruolo che oggi Poste Italiane S.p.A. occupa in Italia, ben si comprende il perchè dell’introduzione di uno strumento come la carta prepagata Postepay Digital. La carta Postepay Digital rappresenta lo strumento ideale per tutti coloro che intendono compiere acquisti online in piena sicurezza. E’ un prodotto semplice da usare e molto economico. Detta carta è una prepagata interamente digitale, ossia è la versione intangibile della nota carta prepagata emessa dall’azienda. Si può dunque totalmente usare sul web per fare acquisti e pagamenti su ciò che interessa al possessore.

La carta prepagata Postepay Digital è stata ideata per garantire al cliente che non vi siano rischi legati all’utilizzo dei propri dati bancari online. Vi è da ricordare che la carta in questione può essere collegata al sistema di pagamento Google Pay, e ciò rende facile il suo uso anche nei circuiti tradizionali. Inoltre, può essere con semplicità ricaricata anche tramite il sistema P2P. Ecco perchè può certamente definirsi comoda e immediata, sempre pronta all’utilizzo di chi ne possiede una. Alla luce di questi dati essenziali, ben si comprende perchè la carta Postepay Digital sta guadagnando sempre più stima tra i clienti di Poste Italiane, in particolare fra chi usa più assiduamente i servizi di Poste Italiane e, nonostante sia un prodotto del tutto innovativo sul mercato, le sue emissioni sono sempre in maggior numero.

Carta Postepay Digital: come funziona?

In linea generale, possiamo affermare che il funzionamento della carta Postepay Digital è davvero immediato da comprendere e non si differenzia assai da quello della carta fisica tradizionale. Ecco perchè una volta attivata è immediatamente sfruttabile nelle sue funzionalità in quanto è ricaricata con un’altra carta Postepay, sia fisica che digitale, oppure nei tantissimi altri modi previsti.

La carta può essere altresì corredata anche da un Iban, ma quest’ultimo deve essere domandato ed ottenuto a parte: con detto numero identificativo all’utilizzatore sarà possibile far accreditare pensione o lo stipendio; fare e ricevere bonifici; domiciliare le utenze e gli abbonamenti e non solo. Ma attenzione: tutti i clienti che non intendono rinunciare al supporto fisico, possono domandare ed ottenere anche una carta tangibile che permetterà i prelievi presso gli ATM delle Poste e di tutte le altre banche. Detto particolare si rivela molto comodo per non pochi clienti.

Come dice il nome, la carta Postepay Digital è la prima carta digitale al 100%, come si dice in gergo ‘intangibile’: con essa sarà possibile fare acquisti nei negozi oppure sul web. Sarà possibile acquistare biglietti dei mezzi di trasporto; pagare la sosta sulle strisce blu e pagare le bollette via app. Non solo, con essa si potrà trasferire denaro da una carta all’altra attraverso il P2P e pagare con lo smartphone, sfruttando il servizio di Google Pay o con Codice Postepay con QR Code. Uno dei pregi maggiori della carta Postepay Digital è l’essere interamente gestibile con l’app di Poste Italiane: per questa via non è complesso tenere tutto sotto controllo senza essere costretti ad andare nella filiale più vicina. La gestione può essere 100% online e perciò tra i destinatari di questo prodotto vi sono certamente le nuove generazioni, avvezze all’uso di smartphone e dispositivi elettronici in generale.

Postepay Digital: le caratteristiche in breve

Per avere un quadro d’insieme, vediamo ora in estrema sintesi e in elenco quali sono le peculiarità della carta Postepay Digital, offerta da Poste Italiane:

  • In promozione: zero costi di emissione fino al 31 dicembre 2021;
  • La carta prepagata Postepay Digital è richiedibile comodamente con app dedicata;
  • Con 15,00 euro si può richiedere l’IBAN della propria carta (12,00 euro per il canone del primo anno e 3,00 euro di saldo sulla carta);
  • In caso di previa richiesta dell’Iban, si può altresì richiedere a costo zero la carta fisica;
  • La carta può essere usata in app Postepay per uno dei servizi del mondo Postepay, come ad es. il pagamento delle bollette;
  • Possibilità di utilizzo del P2P, ossia il servizio che permette di trasferire denaro da una carta Postepay a un’altra carta Postepay tramite la rubrica del proprio smartphone;
  • Facoltà di pagamento con il proprio smartphone sfruttando il servizio di Google Pay o con Codice Postepay con QR Code presso gli esercenti convenzionati;
  • Possibilità di usare la carta Postepay Digital e ottenere sconti in cashback sui propri acquisti grazie al programma ScontiPoste nei negozi convenzionati;
  • Ricarica semplice e rapida della carta Postepay Digital da canali fisici o canali digitali anche con il servizio di “Ricarica Automatica”.

Lo abbiamo detto poco fa: se l’utilizzatore ha richiesto l’Iban potrà ottenere a costo zero anche la carta fisica, che sarà recapitata direttamente a casa e si potrà visualizzare il PIN in App Postepay. Attraverso l’uso della carta fisica il possessore potrà prelevare denaro contante da qualsiasi sportello automatico ATM; e pagare in tutti i negozi convenzionati Mastercard.

Carta Postepay Digital: le operazioni possibili e come richiederla

Svariati i possibili utilizzi della carta Postepay Digital. L’utente può pagare in tutto il mondo, anche online: infatti si possono fare acquisti con il circuito Mastercard online e in oltre 44 milioni di negozi in tutto il globo. E come appena detto, con la carta fisica si può anche prelevare in maniera gratuita presso tutti gli sportelli automatici ATM Postamat. Grazie alla carta Postepay Digital, l’utilizzatore può consultare direttamente in app saldo e movimenti, e può ricaricare la propria carta quando si vuole. Tutti i servizi del mondo Postepay sono accessibili in app. Si tratta certamente di una serie di comodità non da poco.

Come detto, la carta può essere corredata di Iban, per ricevere bonifici; farsi accreditare lo stipendio; e per gestire le proprie domiciliazioni (con Addebiti Diretti SEPA) attraverso un cruscotto App Postepay. Vi è anche la possibilità del pagamento con GPay: con la carta Postepay Digital si può abilitare il servizio Google Pay in app Postepay per pagare contactless o online sfruttando il proprio smartphone: sarà sufficiente avvicinare lo smartphone al POS contactless con schermo acceso oppure pagare in tutte le app che accettano Google Pay. Per richiedere la carta Postepay Digital, è necessario seguire questi step fondamentali:

  • Download dell’app Postepay;
  • Compilazione e firma dei contratti relativi;
  • Pagamento e riconoscimento;
  • E, in caso di richiesta di carta fisica, la spedizione di essa avviene direttamente al proprio indirizzo di residenza.

Carta Postepay Digital: tutti i costi nel dettaglio

Sulla scorta di quanto riportato nel sito web ufficiale di Poste Italiane, di seguito vediamo schematicamente quelle che sono le principali condizioni economiche dello strumento denominato carta Postepay Digital. Anticipiamo che non è previsto un costo per la richiesta della carta fisica.

Costo di emissione0,00 euro in ipotesi di carta senza IBAN
5,00 euro in ipotesi di carta con IBAN, in promozione a 0,00 euro fino al 31/12/2021
Canone annuo0,00 euro in ipotesi di carta senza IBAN,
12,00 euro se domandato l’IBAN
Plafond carta30.000,00 euro
Importo massimo di ricarica
  • Nei limiti del plafond
  • Massimo 100.000,00 euro ricaricati sul totale delle carte Postepay Digital intestate allo stesso Titolare
Ricarica online da poste.it e postepay.it tramite servizio BancoPosta Online o da conto BancoPostaClick o con altra PostepayMassimo 3000,00 euro per operazione
Massimo due ricariche giornaliere dallo stesso ordinante
Trasferimento P2P (Postepay 2 Postepay)Gratuito entro un massimale di 25,00 euro al giorno.
Accredito stipendio/pensione (disponibile nel caso si
richieda la carta con IBAN)
Zero costi
Limite di prelievo giornaliero (a valere sulla disponibilità della carta e disponibile in ipotesi si domandi la carta fisica)
  • 600,00 euro da ATM bancario o ATM postamat, nei limiti del plafond da uffici postali abilitati (POS)
  • Mensile: 2.500,00 euro da ATM bancario o ATM postamat
Limite pagamento (a valere sulla disponibilità della carta)
  • Su POS di esercenti terzi: Giornaliero 3.500,00 euro e Mensile 10.000,00 euro
  • In uffici postali abilitati: nei limiti del plafond della carta
Commissione per bonifico SEPA in addebito (disponibile in ipotesi si richieda la carta con IBAN)
  • 1,00 euro eseguito da postepay.it e da App Postepay
  • 3,50 euro svolto da ufficio postale
Commissione per postagiro (disponibile in ipotesi si richieda
la carta con IBAN)
  • 0,50 euro eseguito da postepay.it e da App Postepay
  • 0,50 euro eseguito da ufficio postale
Commissione addebito Sepa Direct Debit Core
(disponibile in ipotesi si richieda
la carta con IBAN)
  • 0,40 euro da Paesi dello Spazio Economico Europeo SEE
  • 1,50 euro da Svizzera e Principato di Monaco

esclusi gli addebiti diretti disposti dalle aziende creditrici riportate nell’elenco pubblicato da Poste Italiane sul sito www.poste.it nelle pagine dedicate al servizio e disponibile presso tutti gli uffici postali.

Per ulteriori informazioni rinviamo comunque al foglio informativo in materia di trasparenza.

Carta Postepay Digital, commissioni per prelievi e pagamenti: ecco quali sono

Di seguito per completezza, vediamo quali sono le commissioni applicate per i prelievi (in ipotesi si domandi la carta fisica):

  • a costo zero da ATM Postamat;
  • 1 euro da uffici postali abilitati;
  • 2 euro da ATM bancario abilitato, in Italia e Paesi Euro;
  • 5 euro da ATM bancario abilitato, Paesi non Euro + 1,10% dell’importo del prelievo dal 1° luglio 2018.

E qui invece le commissioni per i pagamenti:

  • gratuite da uffici postali abilitati;
  • a costo zero su POS (Circuito Mastercard/Mastercard PayPass);
  • a costo zero con collegamento telematico dai siti internet di Poste Italiane;
  • gratuite per le ricariche dei cellulari;
  • gratuite su POS virtuali (esercenti online);
  • a costo zero su terminali (POS) di esercenti aderenti al circuito Mastercard/Mastercard PayPass, in Italia e all’estero, con dispositivo mobile e carta PostepayEvolution abilitati ai pagamenti;
  • 1,10% dell’importo del pagamento in valuta differente dall’euro sui terminali (POS) di esercenti facenti parte del circuito Mastercard/Mastercard PayPass all’estero con dispositivo mobile e Carta Postepay Evolution abilitati ai pagamenti NFC dal primo luglio 2018.

Per ulteriori informazioni rinviamo comunque al foglio informativo in materia di trasparenza.

Carta Postepay Digital: come avviene la ricarica?

Svariate le modalità con le quali fare la ricarica della carta Postepay Digital. Eccole di seguito in sintesi:

  • All’ufficio postale: con versamento in contanti; con un’altra carta Postepay; con una carta Postamat Maestro o con un’altra carta BancoPosta abilitata;
  • Presso gli ATM: si può ricaricare la Postepay presso gli sportelli automatici ATM Postamat, con la propria Postepay; o carta di pagamento facente parte del circuito Postamat; PagoBancomat o ai circuiti internazionali Visa; Visa Electron; Vpay; Mastercard e Maestro;
  • Dal sito web di Poste Italiane: a seguito della registrazione, si può ricaricare la carta Postepay da tutti i canali online di Poste Italiane, pertanto sia da postepay.it che da poste.it;
  • Direttamente dal proprio smartphone o tablet grazie alle app Postepay e BancoPosta;
  • Nelle tabaccherie e nei punti vendita convenzionati della rete PUNTOLIS;
  • Ricarica automatica;
  • Da casa, il servizio è previsto con pagamento tramite carte di debito del circuito Maestro; carte Postamat e Postepay.

LEGGI ANCHE >>> Very Mobile, come funziona l’offerta e cosa ne pensano i clienti

Postepay Digital: come attivare la carta fisica e richiedere l’Iban

Veniamo a questo punto a considerare alcuni aspetti pratici relativi all’utilizzo di questa carta. Ricordiamo che Postepay Digital è uno strumento di moneta elettronica; nominativo; prepagato e ricaricabile, messo a disposizione in tre versioni: virtuale: virtuale con IBAN e fisica. In relazione a tale carta più di un utente potrebbe domandarsi come attivare in concreto la versione fisica, ma anche come richiedere la carta con l’Iban. Non solo: anche dove trovare i dati della banca e come bloccarla in caso furto dello smartphone sono questioni che meritano risposta.

La carta fisica fisica Postepay Digital, una volta arrivata a casa, potrà essere attivata direttamente tramite il sito ufficiale Poste Italiane o con l’applicazione Postepay. Chi non la vedrà recapitata pur avendola richiesta potrà contattare il numero 800.00.33.22 che è quello del servizio clienti per prenotare una seconda spedizione. Da rimarcare che per richiedere la versione fisica della carta si dovrà entrare nella sezione “mie carte” nell’app Postepay e domandare l’evoluzione; come detto, la carta fisica potrà essere ottenuta – a costo zero – previa richiesta dell’Iban. Colui che vorrà trasformare la Postepay in carta con Iban dovrà semplicemente fare l’accesso nell’app Postepay e richiedere l’evoluzione.

Come sopra accennato, con quest’ultima tipologia di carta si potrà eventualmente accreditare lo stipendio; domiciliare le utenze ed anche effettuare bonifici e postagiro verso altre carte e conti. Un ventaglio di opportunità certamente interessante.

Dove trovare i dati e come comportarsi in caso di furto dello smartphone

Nell’applicazione Postepay l’utente potrà visualizzare i dati rilevanti della carta, ossia il Pan; il Cvc e la data di scadenza. Laddove si domandi versione fisica della Postepay Digital saranno visualizzabili direttamente sul supporto. Ed altresì il pin si troverà nell’app Postepay.

Concludendo, ci si potrebbe domandare che cosa fare per recuperare i dati della carta in ipotesi l’utente ritenga che il proprio smartphone sia stato rubato. Ebbene, è sufficiente bloccare la carta Postepay Digital con la seguente procedura: sarà necessario chiamare il numero 800.00.33.22 dall’Italia; al di fuori dell’Italia il numero +39 02.82.44.33.33. Per questa via sarà dunque possibile domandare ed ottenere la sostituzione della carta.