Attenti a questa app spia: così rubano i soldi del vostro conto corrente

Attenti all’app in grado di spiare i conti correnti online e rubare soldi al malcapitato di turno. Entriamo nei dettagli e vediamo cosa sta succedendo.

app pagamento soldi truffa

Al fine di contrastare la diffusione del Covid ci viene chiesto di prestare attenzione a vari accorgimenti, come ad esempio il distanziamento sociale. Proprio quest’ultimo, in effetti, sembra contribuire ad un utilizzo sempre più massiccio dei vari dispositivi tecnologi, come ad esempio smartphone e pc. A partire dai social network fino ad arrivare alle app di messaggistica istantanea, d’altronde, sono molti i servizi attraverso cui poter comunicare con amici e parenti che si trovano in ogni angolo del pianeta. Molti, quindi, sono i vantaggi, ma allo stesso tempo non mancano le insidie.

Sempre più spesso, purtroppo, alcuni cyber criminali decidono di organizzare dei raggiri ad hoc, volti a estorcere dati sensibili e denaro al malcapitato di turno. Ne sono una chiara dimostrazione alcuni tentativi di truffa, come quella del finto buono Ikea da 250 euro o delle assicurazioni online inesistenti. Se tutto questo non bastasse di recente è stato segnalato un nuovo tentativo di truffa che viene attuato attraverso l’utilizzo di un’app in grado di spiare i nostri conti correnti. Ma come è possibile? Entriamo nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

LEGGI ANCHE >>> Covid, tra contagi e futuro incerto: 6 milioni di italiani “hanno paura di tutto”

Conto corrente, attenti a questa app spia: allarme per il trojan Vultur

Attenti all’app in grado di spiare i conti correnti online e rubare soldi al malcapitato di turno. Nel mondo Android, infatti, è scattato l’allarme per Vultur, un trojan che si nasconde tra alcune app del Play Store di Google, in grado di spiare i conti corrente online. Tra i Paesi più colpiti si annoverano Italia, Spagna e Australia.

In pratica Vultur è in grado di interferire nei sistemi Android, riuscendo a estorcere informazioni strettamente riservate come le credenziali di accesso all’home banking o altre attività finanziarie. Tale trojan, infatti, si attiva solo quando un utente Android opera sul proprio conto corrente online oppure su una piattaforma di trading.

A  scoprire questo nuovo tentativo di truffa è stata ThreatFabric, una società olandese esperta in sicurezza informatica inerente il mondo delle banche. A tal proposto la società in questione ha voluto avvisare tutti di questo pericolo, sottolineando come “Vultur si avvicina alla frode bancaria con un Modus Operandi che è in qualche modo diverso da quello che di solito vediamo dai trojan bancari Android“.

LEGGI ANCHE >>> Vaccino anti-Covid, un giro d’affari che vale miliardi: chi guadagna di più

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

In genere, infatti, i trojan bancari operano in modo tale da indurre il malcapitato di turno a digitare le proprie credenziali su un’app che sembra essere davvero quella del proprio istituto di riferimento, salvo poi scoprire non essere così. Nel coso di “Vultur, invece, utilizza una tecnica tecnicamente meno flessibile ma molto efficace: la registrazione dello schermo.