Whatsapp, un nuovo contatto senza conoscerne il numero? Si può fare

Nuove impostazioni per l’app di messaggistica probabilmente più utilizzata. L’impossibile oggi diventa possibile.

WhatsApp
Fonte Foto © AdobeStock

Buone notizie per tutti i clienti, veramente tanti, di Whatsapp. La nota piattaforma di messaggistica istantanea aggiunge un’alta importante impostazione alla già fornitissima serie di efficaci servizi offerti dalla stessa applicazione. Finora ciò che si bastava fare, praticamente per poter interagire con un’altra persona, un contatto della nostra rubrica, insomma, era per l’appunto conoscere il numero di telefono di quella determinata persona.

Oggi non è più cosi, oggi quella dinamica è bella che superata. Infatti per poter chattare, condividere audio, documenti o immagini con un’altra persona non sarà più necessario conoscerne il numero e quindi memorizzarlo, ma si potrà memorizzare il suo numero anche senza conoscerlo, potere del QR code. L’opzione, nuova, tra le impostazioni di Whatsapp non chiede altro che scannerizzare il QR code di un’altra persona per registrarne tutte le informazioni.

LEGGI ANCHE >>> WhatsApp, altro trucco incredibile: così sbirciamo le vacanze dei nostri amici

Whatsapp scannerizza i nostri dati: il numero di telefono è ormai cosa inutile

Gli utenti di Whatsapp negli ultimi mesi, bisogna dirlo, ne hanno passate un po’ di tutti i colori, tra la minaccia dell’aggiornamento che viola la privacy in accordo con Facebook alle innumerevoli catene che quasi mensilmente annunciano che l’app potrebbe a breve diventare a pagamento. Solite notizie infondate, almeno per quel che riguarda quest’ultima. La storia riguardante la privacy, invece, in certi paesi, non il nostro, aveva abbastanza fondamento.

Il numero di telefono, quindi, è qualcosa da consegnare al passato. Chiedere un numero di telefono, la gioia di ottenerlo, dinamiche che purtroppo a breve scompariranno. Basterà fornire il proprio QR code e consentire all’altra persona di scannerizzarlo, o viceversa.

LEGGI ANCHE >>> Google Translate su WhatsApp: come usare l’app per diventare cittadino del mondo

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Cambiano i tempi dunque e con essi le abitudini delle persone ed anche delle app, specialmente se si tratta di quelle maggiormente utilizzate. I tempi cambiano e certi modi di fare lasciano il passo a tutt’altro. La necessità che tutto sia rapido tutto sia efficiente e fattibile in pochi secondi, questo è oggi moderno, questo è oggi ciò che l’utente sempre di più, cerca.