Bollo auto, ennesimo colpo di scena: cosa sta succedendo

Ennesimo colpo di scena per quanto riguarda il bollo auto, con molti automobilisti che dovranno fare i conti con delle importanti novità. Ecco cosa sta succedendo.

Adobe Stock

Il 2020 è stato segnato dall’impatto del Covid che ha portato con sé delle ripercussioni negative sia per quanto riguarda l’aspetto sociale che economico. Al fine di contrastarne la diffusione, infatti, ci viene chiesto di prestare attenzione ad alcuni accorgimenti come ad esempio il distanziamento sociale. Restrizioni che hanno costretto molti imprenditori ad abbassare le serrande delle proprie attività, con molte famiglie costrette a fare continuamente i conti in tasca prima di comprare qualcosa.

A partire dall’alimentazione fino ad arrivare alle bollette, d’altronde, sono davvero tante le voci che vanno ad incidere sul bilancio famigliare. Tra queste si annoverano quelle riguardanti l’auto, come ad esempio l’assicurazione, il carburante e i costi di manutenzione. Ma non solo, ogni anno gli automobilisti si ritrovano alle prese anche con il bollo auto. Ebbene, proprio a proposito di quest’ultimo è bene sapere che ci si ritrova ad essistere all’ennesimo colpo di scena, con molti che dovranno fare i conti con delle importanti novità. Ecco cosa sta succedendo.

LEGGI ANCHE >>> Covid, parenti delle vittime chiedono giustizia: 2500 pagine di accuse allo Stato

Bollo auto, ennesimo colpo di scena: si va verso la cancellazione dei debiti pregressi

Il governo a guida Draghi ha deciso di introdurre delle importanti novità per quanto riguarda il bollo auto. In particolare grazie al Decreto Sostegni ha deciso di cancellare le cartelle esattoriali, fino a 5 mila euro, riguardanti il periodo che va dal 2000 al 2010 per persone con reddito inferiore a 30 mila euro. Tra i debiti pregressi cancellati, quindi, rientrano anche vecchi bolli auto non pagati. Una notizia che non è passata di certo inosservata, con la procedura che prenderà il via il prossimo 20 agosto.

Il tutto avverrà in modo automatico, con l’Agenzia delle Entrate – Riscossione che provvederà a valutare chi è in possesso dei requisiti necessari per poter beneficiare di tale condono. Oltre alle misure previste dal governo, interesserà sapere che ogni regione può decidere di applicare degli sconti oppure offrire dei rimborsi ai propri automobilisti.

LEGGI ANCHE >>> Vaccino anti-Covid, un giro d’affari che vale miliardi: chi guadagna di più

Ne è un chiaro esempio la decisione della regione Lombardia di disporre uno sconto del 15% a favore di tutti i proprietari di un veicolo che accetteranno di pagare il bollo auto con la domiciliazione bancaria. Ma non solo, sempre in Lombardia, sono previsti rimborsi a favore delle micro imprese regolarmente registrate presso il Registro Imprese sia per i veicoli a quattro ruote che per i ciclomotori; ma anche i conducenti di taxi, i noleggi con conducente e conducenti di autobus. Si consiglia quindi di informarsi attraverso i canali di riferimento della propria regione per conoscere se è possibile o meno beneficiare di alcune agevolazioni.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:


  1. Telegram - Gruppo base