In arrivo ad agosto il rimborso Irpef da 1.880 euro per tanti lavoratori che troveranno la gradita sorpresa direttamente in busta paga.

Adobe Stock

Un rimborso Irpef dall’importo sostanzioso, fino a 1.880 euro. Ecco la sorpresa che alcuni lavoratori troveranno in busta paga nel mese di agosto. La somma è legata alle detrazioni ai fini di imposta sul reddito delle persone fisiche e dipenderà dalla tipologia di contratto di lavoro. Destinatari del rimborso sono i lavoratori dipendenti e le detrazioni saranno calcolate in base al numero di giorni di lavoro realmente effettuati durante l’anno.

Leggi anche >>> Bonus Irpef: calcolo e destinatari dei 1.200 euro in busta paga

Rimborso, chi otterrà i 1.880 euro

I lavoratori dipendenti riceveranno somme fino a 1.880 euro ma non tutti potranno ottenere la cifra massima. Il rimborso, infatti, è legato al tipo di contratto di lavoro e ci sono delle soglie prefissate da rispettare per le detrazioni come nel caso dei contratti a tempo determinato.

L’importo di 1.880 euro potranno ottenerlo tutti i lavoratori dipendenti con reddito complessivo inferiore a 8 mila euro. Esiste, poi, una soglia minima oltre la quale il rimborso non potrà scendere. Parliamo dell’importo di 690 euro che sale a 1.380 euro nel caso in cui il beneficiario sia un lavoratore a tempo determinato con reddito complessivo inferiore a 8 mila euro.

Leggi anche >>> Bonus Asilo nido e rette rimborsate, la sentenza chiarisce tutto

Altri casi, altri importi: scopriamo quali

Nel caso in cui il lavoratore dipendete abbia reddito complessivo superiore a 8 mila euro ma inferiore a 28 mila, la detrazione applicata sarà pari a 978 euro. Il rapporto tra reddito e rimborso, dunque, è indirettamente proporzionale. Dove uno aumenta, l’altro decresce fino ad azzerarsi quando il reddito complessivo supera i 55 mila euro. Sarà il datore di lavoro ad erogare direttamente la somma in busta paga agendo da sostituto di imposta.

Leggi anche >>> Bonus, brutte notizie: la trappola è dietro l’angolo, interviene la Polizia

Bonus vaccino in busta paga e la cifra sale

E’ idea di alcune aziende introdurre una misura che premierà i dipendenti che si sottoporranno a vaccino Covid 19. L’importo che verrà erogato sarà di 50 euro, una cifra decisamente poco incisiva ma ugualmente importante per alcuni lavoratori. Il contributo sarà una tantum è ha come unico obiettivo convincere tutti i dipendenti a vaccinarsi.

Ricordiamo, infine, che ad agosto tanti lavoratori riceveranno in busta paga l’importo del rimborso del 730 della dichiarazione dei redditi che andrà ad aumentare ulteriormente il reddito.