Marcell Jacobs grazie alla vittoria nei 100 metri a Tokyo 2020 riceverà diversi premi economici che faranno aumentare e non poco i suoi guadagni

Marcell Jacobs
Fonte Getty Images

È l’uomo del momento, ormai da giorni nel Bel Paese non si parla altro che di lui. Marcell Jacobs ha scritto la storia conquistando l’oro olimpico nei 100 metri. Nessun italiano prima di lui ci era mai riuscito, motivo per cui adesso è giunto il tempo dei riconoscimenti.

Oltre alle lecite celebrazioni ed interviste del caso per il campione bresciano è tempo di riscuotere i proventi derivanti da questa fantastica vittoria. Il primo è quello istituito dal Coni per gli atleti valorosi che hanno dato lustro al Bel Paese conquistando la medaglia più preziosa.

LEGGI ANCHE >>> Marcell Jacobs strepitoso: quanto guadagna l’italiano più veloce del mondo

Marcell Jacobs: ecco tutti i premi derivanti dall’affermazione alle olimpiadi

Ma non è tutto. L’aumento smisurato della popolarità di Jacobs ha attirato l’attenzione di nuovi sponsor oltre a quelli che già aveva. Da non tralasciare le più che probabili chiamate per girare degli spot televisivi ed altri eventuali premi di natura sportiva.

Per effetto di ciò un sito specializzato americano ha quantificato in 5 milioni di dollari (circa 4,2 milioni di euro) i possibili guadagni di Jacobs. Basti pensare che in una sola notte i followers su Instagram sono passati da 144mila ad oltre 500mila (un dato che al giorno d’oggi è decisamente importante visto che i social possono rappresentare una fonte di guadagno).

Facendo un resoconto generale, il compenso per la medaglia d’oro è di 180mila euro. Oltre 3 milioni di euro dovrebbero arrivare da un main sponsor e dallo sponsor tecnico. Il suo cachet per la partecipazione agli eventi potrebbe invece arrivare a toccare quota 150mila euro.

LEGGI ANCHE >>> Gimbo Tamberi da leggenda: carriera e guadagni dell’oro olimpico

Completano il quadro le pubblicità e le ospitate, che porterebbero l’atleta di Desenzano del Garda a toccare la cifra sopracitata. Niente male per uno che fino a qualche settimana fa era un autentico sconosciuto per la maggior parte degli italiani. La magia delle Olimpiadi d’altronde è proprio questa, poter cambiare il corso degli eventi in pochi secondi, in questo caso in 9”80.