Le famiglie con zero reddito hanno bisogno degli aiuti economici dello Stato per poter sopravvivere. Scopriamo quanti soldi ottengono in base al nucleo familiare e alla condizione in cui vertono.

Bonus famiglie Inps
Foto © AdobeStock

Il Governo Italiano prevede una serie di misure assistenziali per sostenere economicamente le famiglie a zero reddito. Bonus e agevolazioni specifiche nascono proprio per aiutare chi non ha reddito e tale impegno è previsto dalla Costituzione. Spesso si ascoltano delle polemiche legate agli aiuti in questione e, nello specifico, alle modalità con cui vengono messi in atti i sostegni. Lo Stato dovrebbe non solo erogare denaro ma costruire le strade adatte per cui ogni persona possa avere un lavoro ben retribuito ed essere in grado di sostenere in autonomia la propria famiglia. In attesa di questa costruzione, scopriamo quanti soldi possono ottenere i nuclei familiari a zero reddito.

Leggi anche >>> Bonus luce e gas 2021, importanti novità in arrivo: cosa c’è da aspettarsi

Ecco l’ammontare degli aiuti economici dello Stato

La somma che le famiglie percepiranno dipende dalla composizione del nucleo familiare e dalla condizione in cui vivono. Iniziamo dal nucleo con un solo componente. Le agevolazioni dipenderanno dall’età della persona. Se superiore a 67 anni, per esempio, potrà richiedere l’assegno sociale che ha un importo di 460,28 euro per 13 mensilità nel 2021. La cifra potrebbe aumentare se si aggiunge la richiesta della pensione di Cittadinanza il cui importo ammonta a 630 euro (780 qualora si paghi un canone di locazione).

Se l’età dell’unico componente del nucleo familiare a zero reddito è inferiore a 67 anni, la misura di cui approfittare è il Reddito di Cittadinanza. L’importo corrisponde a 500 euro al mese che possono arrivare a 780 in caso di pagamento di un affitto. Tutte le agevolazioni sono ottenibili solamente se si rispettano dei requisiti specifici. Nel caso del Reddito e della Pensione di cittadinanza, oltre al reddito pari a zero occorrerà avere un determinato ISEE per accedervi (inferiore a 10 mila euro circa).

Leggi anche >>> Bonus auto, pioggia di incentivi in arrivo! Cosa c’è da sapere

Altre misure a sostegno delle famiglie con zero reddito

Se il componente del nucleo ha un’invalidità civile riconosciuta del 74% minimo, potrà usufruire della specifica misura di riferimento. Parliamo di un assegno di 287,09 euro nel 2021 da aggiungere agli altri importi ottenibili in base alla propria condizione anche se l’assegno di invalidità civile, RdC e PdC non sono pienamente cumulabili.

Passiamo, ora, alla presenza di due persone maggiorenni nel nucleo familiare a zero reddito. L’importo del Reddito di Cittadinanza sarà di 700 euro (980 con il canone di locazione) a cui non si potrà aggiungere nessun’altra misura. Se entrambi i componenti superano i 67 anni si potrà richiedere la Pensione di Cittadinanza dal valore di 830 euro (980 con affitto).

Ogni composizione del nucleo ha i suoi importi

Se la famiglia con reddito pari a zero è composta da due componenti di cui uno maggiorenne e l’altro minorenne, le misure a sostegno sono il Reddito di Cittadinanza di 600 euro (800 con affitto) e 67,50 euro di assegno unico. Qualora il minorenne abbia meno di un anno si potrà richiedere il Bonus Bebè dall’importo di 160 euro per 12 mesi.

La soglia del Reddito di Cittadinanza aumenta con l’aumentare del numero dei componenti della famiglia. Sarà di 800 euro (1080 euro con l’affitto) per tre componenti di cui due maggiorenni e uno minorenne; di 900 euro (1.180 con affitto) per tre componenti maggiorenni; di 900 euro (1.180 euro con affitto) per quattro componenti due maggiorenni e due minorenni; di mille euro (1,280 euro con affitto) per quattro componenti tre maggiorenni e uno minorenne e di 1.050 euro (1.330 euro con affitto) per quattro componenti maggiorenni.

Leggi anche >>> Bonus Cultura, manca poco alla scadenza: 500 buoni motivi per richiederlo

Le misure per i nuclei a zero reddito non finiscono qui

Le famiglie con minori possono ottenere l’assegno unico da 67,50 euro a figlio con due minori o da 117,50 euro a figlio con minimo tre minori. Il Bonus Bebè per i figli minori di un anno, invece, ha un valore di 160 euro per il primo figlio e di 192 euro dal secondo figlio. Il Bonus Terzo Figlio da 145,14 euro non è cumulabile con il Reddito di Cittadinanza al contrario del Bonus Bebè. Prima di inoltrare le domande è fondamentale conoscere i requisiti e condizioni per non vedere sfumare le opportunità di aiuto economico.