Stando alle prime ricostruzioni il medico si sarebbe tolto la vita. Aveva 54 anni ed era conosciuto per la terapia anti-covid al plasma

Giuseppe De Donno
Fonte Pixabay

La notizia è arrivata come un fulmine a ciel sereno e ha lasciato di sasso l’Italia intera. Nel pomeriggio di martedì 27 luglio 2021 il medico Giuseppe De Donno è stato ritrovato senza vita nella sua abitazione di Curtatone, nel mantovano.

Secondo le prime ricostruzioni della vicenda si sarebbe tolto la vita impiccandosi, ma ci sarà tanto da indagare per capire cosa sia successo davvero (non ha lasciato nessun bigliettino). De Donno dopo tanti anni di onorato servizio aveva lasciato l’ospedale Carlo Poma di Mantova per diventare medico di base a Porto Mantovano. Un cambiamento radicale, probabilmente dovuto alla forte pressione di quest’ultimo anno e mezzo.

LEGGI ANCHE >>> Covid e Green Pass: stanno saccheggiando i supermercati

Giuseppe De Donno: il suo prezioso contributo durante la prima ondata Covid

Il medico lombardo era diventato noto nel Bel Paese grazie alla sperimentazione della terapia al plasma iperimmune durante la prima ondata di covid-19. Grazie a questa cura aveva aiutato molti pazienti nei primi mesi del 2020.

Già da qualche tempo si vociferava circa la sua stanchezza e della voglia di condurre una vita più serena dopo 27 anni passati in prima linea al reparto di Pneumologia. Aveva una moglie e una figlia che d’ora in poi purtroppo dovranno fare a meno di lui.

In attesa di far chiarezza sulla vicenda, circolano le prime indiscrezioni secondo cui De Donno non aveva digerito l’accantonamento del suo metodo per combattere il coronavirus, tanto da comportargli un contraccolpo psicologico di non poco conto. I risultati gli avevano dato ragione, ma non c’è mai stato un reale seguito. Altre fonti hanno invece parlato di problemi di salute. 

LEGGI ANCHE >>> Covid, bonus psicologo in arrivo: tutto quello che c’è da sapere

Non si sono fatte attendere le reazioni del mondo della politica, tra cui quella del leghista Matteo Salvini, che ha commentato la notizia con enorme dispiacere: “Ciao Giuseppe, lasci un grande vuoto. Perdiamo una bella persona che ha lottato come un leone per salvare centinaia di vite, spesso contro tutto e tutti”.