Al vaglio del Governo la possibilità di eliminare il Canone Rai dalle bollette dell’energia elettrica. E’ quanto promesso a Bruxelles e le promesse si devono mantenere.

Web

Decisione di primaria importanza spetta al Governo italiano. Per far fronte all’impegno preso con Bruxelles nel Piano nazionale di Ripresa e Resilienza potrebbe eliminare il canone Rai dalle bollette della luce. Mario Draghi sta personalmente valutando la situazione nonostante il dossier in questione sia nelle mani del Ministero dello Sviluppo.

Leggi anche >>> Dal 730 al canone Rai, occhio alle scadenze fiscali di luglio: le date da segnare

Cosa prevede l’impegno preso con il Pnrr

Nella bollette dell’elettricità potrebbe presto non essere più presente il Canone Rai. Il Pnrr, infatti, prevede che vengano tagliati dai conti relativi all’energia tutti gli oneri impropri. Il Governo italiano ha preso un impegno che dovrà rispettare per ricevere gli oltre 200 milioni di euro previsti per i prossimi anni. I prestiti e le sovvenzioni, infatti, arriveranno solamente se verrà attuata la cancellazione dell’obbligo per i venditori di energia di inserire nelle bollette le somme da recuperare per oneri non correlati direttamente con la distribuzione dell’elettricità.

Leggi anche >>> Canone Rai: quello che gli italiani aspettavano da una vita oggi è possibile

Canone Rai addio?

Adobe Stock

Per far fronte all’impegno preso, il Governo potrebbe decidere di separare il Canone dalle bollette. Attualmente, l’onere grava sugli italiani con un importo di 9 euro al mese per 10 mesi facendo sembrare ancora più alto di quello che è il costo dell’energia elettrica. La decisione di unire canone e bollette è stata presa da Matteo Renzi per combattere l’evasione del pagamento dell’onere Rai ma, probabilmente, questa correlazione terminerà a breve.

Leggi anche >>> Esenzione Canone Rai, non perdiamo l’appuntamento con la scadenza

Il ritorno al passato

Più che una rivoluzione del Canone Rai è possibile definire l’operazione prevista dal Pnrr come un ritorno al passato. I contribuenti torneranno a pagare separatamente le bollette dell’energia elettrica e il Canone. L’onere della Rai dovrà, dunque, essere corrisposto secondo nuove modalità che saranno rese note dopo che la separazione sarà ufficializzata. Il discorso non vale per chi non possiede una televisione e, dunque, non corrisponde già i 9 euro in bolletta.