Vacanza in barca, non più un sogno: quanto costa viaggiare baciati dal sole

Fare una vacanza in barca è un sogno realizzabile. I costi sono accessibili anche se il prezzo finale sarà determinato da una serie di fattori.

Adobe Stock

Quante volte abbiamo sognato di vivere un’avventura in barca, una vacanza indimenticabile accompagnati dal rumore delle onde del mare e dal profumo di libertà. E sistematicamente il sogno è rimasto tale pensando ai costi proibitivi di un’esperienza del genere. Invece esiste per tutti la possibilità di realizzare il desiderio dato che non è necessario avere una barca di proprietà per partire. E’ possibile affittare un natante, proprio come un automobile, un motorino o una vespa, sia a motore che a vela e poter scegliere in base al proprio budget la soluzione migliore.

Leggi anche >>> Case vacanza, risparmiare decine di euro sulle bollette è possibile: ecco come

Quanto costa una vacanza in barca

Navigare per mari incantevoli dai colori del cielo su yatch o barche di lusso di proprietà è concesso a pochi fortunati che guadagnano cifre al di sopra dei limiti di noi comuni mortali. Non per questo dobbiamo rinunciare a vivere il sogno di una vacanza a bordo di un natante confortevole e pratico.

I costi dell’affitto delle barche per viaggiare con la famiglia o gli amici sono vari e dipendono da diversi fattori. Partono da circa duemila euro a settimana per arrivare a superare i 20 mila euro. I fattori che incidono sul prezzo riguardano i servizi desiderati, la grandezza del modello, gli extra previsti. Tra le opzioni citiamo, poi, il numero di passeggeri, la tipologia di viaggio (da single, con la famiglia, tra amici) e il numero di stelle dell’imbarcazione – volendo paragonare ad un hotel – da un due stelle economico ad un cinque stelle di lusso.

Leggi anche >>> Andare in vacanza senza spendere un solo euro? Oggi è possibile

Domande da porsi per valutare il prezzo

Unsplash

Il costo totale del viaggio su una barca deve tener conto di alcune domande a cui rispondere per prendere visione del contesto generale. In primo luogo occorre considerare la durata della vacanza per poi passare al periodo, alta o bassa stagione. E’ importante anche il luogo in cui recarsi così come il numero di passeggeri e i servizi desiderati oltre agli extra. Per ognuno di questi aspetti è possibile definire una fascia di prezzo specifica tralasciando le richieste per gli yatch di lusso.

Leggi anche >>> In vacanza spendendo solo 2 euro al giorno: ecco dove

I costi della barca nel dettaglio

Il costo più elevato da affrontare riguarda il noleggio del mezzo. Esistono tanti modelli tra cui scegliere, più o meno grandi, i cui costi si aggirano intorno ai 2 mila euro a settimana senza skipper per 4/6 posti. Il prezzo aggiuntivo dovendo assumere uno skipper è di circa mille euro a settimana ma, in questo caso, i costi sono molto variabili e dipendono specialmente dalla compagnia di noleggio scelta.

Per quanto riguarda i servizi e gli extra, poi, occorre considerare il pagamento delle hostess che equivale a circa 1.000 euro per le pulizie e la cucina. Si arriva, così, ad un totale di circa 4 mila euro per una settimana in barca a cui bisogna aggiungere il carburante (200 euro per 5 ore di navigazione), il pagamento degli ormeggi nei porti (dai 20 ai 40 euro) e la cambusa (i viveri e altri beni di prima necessità).

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Qual è il totale della spesa a testa?

Pixabay

Tenendo conto che i costi citati valgono per una barca a vela che necessita di minor carburante si può supporre una spesa di massimo 5 mila euro per sei persone. Questo significa circa 850 euro a persona per una settimana di vacanza in mare aperto, una possibilità che tra amici è altamente possibile.