Il Bonus Anziani è la misura che nasce per aiutare le persone anziane non autosufficienti che hanno assunto badanti e colf.

Adobe Stock

Il Bonus Anziani è stato introdotto da CassaColf con l’intenzione di offrire un aiuto economico a persone anziane non in grado di provvedere autonomamente alla soddisfazione dei bisogni primari. La misura, dunque, eroga un importo mensile con cui il richiedente può pagare la badante o la colf assunta per l’aiuto nei lavori domestici o in altri servizi fornito ad un anziano non autosufficiente.

Leggi anche >>> Bonus Draghi in busta paga: ecco quanto vale la gradita sorpresa

Requisiti di accesso al Bonus Anziani 2021 ed importo

Il richiedente dovrà dimostrare di utilizzare la misura per pagare la colf o la badante assunta per aiutare un anziano non autosufficiente. La non autosufficienza dovrà essere permanente e certificata e il datore di lavoro dovrà essere regolarmente iscritto a CassaColf.

L’importo del Bonus è di 300 euro al mese per un totale di 3.600 euro all’anno per un massimo di 12 mesi consecutivi. In più, è previsto un bonus una tantum di 300 euro erogabile a chi ha dovuto assumere una seconda colf o badante a causa della maternità della colf o badante principale. La domanda potrà essere presentata solo se i dipendenti hanno almeno un anno di contribuzione continuativa alla CassaColf alle spalle.

Leggi anche >>> Bonus 3 mila euro, bonifici direttamente sul conto: le famiglie esultano

Come inviare domanda per ottenere il Bonus

Web

Per presentare richiesta del Bonus Anziani occorrerà accedere al portale di CassaColf, scaricare il modulo di domanda e compilarlo in ogni sua parte. Il modulo si trova nella sezione “modulistica” insieme alle altre istanze previste da CassaColf. Il datore di lavoro dovrà compilare il modulo di riferimento, firmarlo ed inviarlo all’indirizzo e-mail pratichedatori@cassacolf.it mentre il lavoratore dovrà utilizzare l’indirizzo pratiche@cassacolf.it.

Alla domanda occorrerà allegare la fotocopia dei documenti di identità, la documentazione relativa all’assunzione e alla non autosufficienza dell’anziano. Servirà, dunque, la collaborazione del medico curante al fine di completare correttamente il modulo. Per quanto riguarda le tempistiche, si hanno 12 mesi di tempo dalla richiesta di rimborso di un periodo preciso per l’inoltro.

Leggi anche >>> Bonus pc da 500 euro: c’è ancora tempo per richiedere il voucher ma non durerà per sempre

Il Bonus Anziani non è l’unica misura di CassaColf

CassaColf cerca di sostenere i cittadini con diverse misure di aiuti economici. Citiamo i rimborsi per colf, badanti e baby sitter contagiati dal Covid prorogati fino al 31 ottobre 2021. Nello specifico, i soggetti in questione riceveranno 100 euro di indennità giornaliera per un massimo di 50 giorni in un anno in caso di ricovero, 30 euro di indennità giornaliera per quarantena fino a 10 giorni, 40 euro fino a 14 giorni per sospetto Covid 19 e 40 euro per 14 giorni per ogni figlio a carico.