Fino al 31 dicembre 2021 sarà possibile inoltrare domanda per il Bonus da 3 mila euro. Ecco chi sono i beneficiari e quanto arriverà.

Bonus famiglie Inps
Foto © AdobeStock

La politica dei bonus, alla fin fine, non ha subito poi chissà quali variazioni. Nonostante i sentori che qualcosa si sarebbe modificato, le principali agevolazioni sono rimaste e, in alcuni casi, addirittura potenziate. Alcuni dei bonus, peraltro, nemmeno sono così noti rispetto ad altri. E’ il caso di quello messo a disposizione dall’Inps, che garantisce 3 mila euro alle famiglie, elargendo il bonifico direttamente sul conto corrente. E direttamente dall’Istituto. Inoltre, con l’arrivo di agosto si ricorda l’appuntamento anche con l’introduzione dell’Assegno unico per i figli, pronto a entrare in vigore nel 2022.

In sostanza, il bonus da 3 mila euro disposto dall’Inps si inserisce nel filone delle agevolazioni pensate per le famiglie, messe a dura prova dall’avvento della pandemia. In questo quadro, l’Assegno unico è già entrato in vigore in via sperimentale per autonomi e inoccupati. Una variante temporanea ma che rispecchia quella che verrà adottata a partire dal prossimo anno per le famiglie con a carico minori di 18 anni.

LEGGI ANCHE >>> Il Bonus Nido mette l’Inps in difficoltà: una sentenza stravolge l’iter

Bonus 3 mila euro, a chi tocca il bonifico Inps

Il bonus da 3 mila euro sarà possibile richiederlo fino al 31 dicembre 2021. La ripartizione avverrà in base all’Isee, col tetto massimo (3 mila euro) riconosciuto alle famiglie con un reddito inferiore a 25 mila euro. Per i nuclei familiari con Isee fra 25.001 fino a 40 mila euro, l’importo elargito sarà di 1.500 euro, mentre per gli Isee superiori a 40 mila si tratterà di un bonifico da 500 euro. La presentazione della domanda dovrà essere presentata con Isee aggiornato.

LEGGI ANCHE >>> Bonus spesa, affitto e bollette, importanti aiuti in arrivo: cosa c’è da sapere

La richiesta del bonus potrà avvenire per undici mensilità, risultando comunque non cumulabile con altre detrazioni fiscali. Alle famiglie andrà l’importo dell’Inps qualora vi sia presenza di figli fino a tre anni di età e per ogni minore sarà possibile richiedere il contributo. Tuttavia, in questo caso bisognerà presentare una domanda per ogni figlio, sempre entro il 31 dicembre 2021. Le domande verranno esaminate dall’Inps che, dopo l’analisi delle istanze, procederà all’accredito direttamente sul conto corrente bancario o postale. Possibile anche l’erogazione su carta prepagata intestata al richiedente. Per la presentazione della richiesta potrà essere utilizzato il portale Inps con Spid, Cns e Cie.