Sempre più persone sembrano trovare rifugio, almeno speranza e positività nell’oroscopo. Ma quanto c’è di vero?
Oroscopo
Oroscopo (Adobe)

Sempre più spesso capita di trovarsi di fronte alle svariate interpretazioni dei giorni che verranno da parte di coloro che elaborano gli effetti di allineamenti celesti, corrispondenze di segni zodiacali, periodi dell’anno e quant’altro. L’oroscopo insomma, uno dei grandi misteri del nostro tempo si potrebbe dire, qualcosa di credibile si domandano in molti o semplice strumento per trasmettere tutto sommato quasi sempre speranza e ottimismo?

Spesso ci si chiede cosi come anticipato come sia possibile che tante persone, svariati milioni se non miliardi siano tanto affascinati da questo tipo di interpretazione delle stelle e di quello che riguarda i loro movimenti, le loro dinamiche e le proprie affinità con dinamiche che andranno o meno a verificarsi. Le ipotesi sono svariate, si parla ad esempio dell’effetto Barnum o anche definito effetto Forer.

LEGGI ANCHE >>> Gratta e vinci: il biglietto più fortunato? C’è una classifica inaspettata

Oroscopo, cosa succede nella nostra testa quando si parla del nostro futuro?

La chiave di tutto secondo alcuni potrebbe essere trovata proprio nel sentirsi in qualche modo appagati rispetto a previsioni, affinità ipotizzate e quant’altro. L’effetto Barnum come si diceva è quello che in qualche modo determina un coinvolgimento emotivo dietro una previsione o un accostamento ad esempio riguardante l’affinità affettiva con una persona, in quel caso noi potremmo sentirci totalmente coinvolti in questa cosa immaginando ad esempio l’unicità dell’accostamento affettivo stesso, ignorando tutto il resto delle possibilità concrete che potrebbero altresì riguardare quel tipo di affinità.

L’effetto Placebo, invece, è quello, sempre accostato a questo campo che ci fa immaginare di aver lavorato bene di aver ben considerato una certa cosa, aspettarsi qualcosa di buono solo perchè si è fatto qualcosa di buono. Insomma niente. Cosi come l’effetto di una medicinale dato soltanto per fare avere al paziente l’illusione dello star meglio, denominato appunto Placebo.

LEGGI ANCHE >>> Vacanza a cinque stelle per lo sceicco: viene in Italia e affitta tutto l’albergo

Quello che emerge praticamente è che chi crede all’oroscopo vuole di fatto crederci, ha bisogno di vivere quella condizione di sentire intorno a se quell’ottimismo quella sensazione del “tutto andrà bene” di cui molto hanno bisogno come l’acqua. La visione potrebbe certo essere questa, ma forse nemmeno questa rappresenta una giusta chiave di lettura. Troppo personale come situazione, condizione, troppo complesso provare a donare ragione ad un fenomeno puramente emotivo, almeno per quel che riguarda la percezione della cosa.