Massimo Boldi ha di recente raccontato un episodio che è avvenuto quando ha deciso di scindere il contratto con Mediaset, allora Fininvest.

Photo by Elisabetta Villa/Getty Images

Tra gli attori più apprezzati e conosciuti del mondo dello spettacolo nostrano, Massimo Boldi è stato di recente ospite del programma “Muschio Selvaggio” di Fedez e Luis Sal. Proprio per l’occasione il noto artista si è lasciato andare ad alcune rivelazioni che non sono passate di certo inosservate. Ne è una chiara dimostrazione un aneddoto su Striscia la Notizia, la cui idea, a quanto pare, sarebbe nata proprio da lui. In base a quanto raccontato da Boldi, infatti, tutto avrebbe avuto origine da un “tg del condominio” che andava in onda su Telereporter.

Boldi, quindi, iniziò a pensare al progetto di un tg divertente, tanto da presentarlo sul palco del Derby Club di Milano. Una volta approdato a Mediaset, il noto comico ha quindi condotto Risatissima, salvo poi scappare dall’allora Fininvest, in modo tale da approdare in Rai e fare Fantastico. Proprio la decisione di scindere il contratto, portò con sé delle conseguenze che l’artista non avrebbe mai immaginato. Ecco cosa è successo.

LEGGI ANCHE >>> Marta Fascina, quanto guadagna la deputata fidanzata di Silvio Berlusconi

Massimo Boldi esclusivo, quanto ha dovuto pagare a Mediaset per essere ‘scappato’: cifre da capogiro

Photo Elisabetta Villa/Getty Images

Ospite del programma “Muschio Selvaggio“, Massimo Boldi ha svelato un aneddoto della sua carriera che non è passato inosservato. In particolare ha raccontato di quando decise di scindere il contratto con l’allora Fininvest per approdare in Rai e fare Fantastico con Adriano Celentano.

A tal proposito ha dichiarato: “Per fare Fantastico non sono stato perfetto con il Cavaliere Berlusconi, scappai da Mediaset, andai a lavorare in Rai e venni condannato a 2 miliardi e mezzo“. All’epoca, ha spiegato l’artista, non esistevano le esclusive, ma Fininvest riuscì a vincere la causa. Dopo aver vinto la prima udienza, infatti, Boldi ha raccontato di aver ricevuto una telefonata dal suo avvocato che gli ha comunicato: “C’è stato un sequestro conservativo di 2 miliardo e mezzo sul suo conto“.

Una comunicazione che ha inevitabilmente scosso l’attore, che in seguito ha deciso di presentarsi a casa di Silvio Berlusconi per incontrarlo. Dopo averlo fatto aspettare un po’ in salotto, l’ex presidente del Consiglio, stando a quanto raccontato da Boldi, avrebbe affermato: “Allora cos’hai combinato?“.

LEGGI ANCHE >>> Silvio Berlusconi è ancora tra i 10 uomini più ricchi d’Italia?

Boldi a quel punto si è giustificato dicendo di aver fatto una ‘cagata’. Berlusconi avrebbe quindi replicato: “Hai fatto bene, perché le cagate bisogna farle. Sai quante stron**te ho fatto io in vita mia“. Da lì “abbiamo fatto un accordo di 2,5 miliardi di risate“. Alla domanda di Fedez su come si sia conclusa la vicenda, quindi, Boldi ha spiegato che Berlusconi gli ha proposto un contratto molto vantaggioso e di conseguenza l’artista è tornato a lavorare in Mediaset.