Roberto Mancini, quanto guadagnano i figli del ct della Nazionale

Chi sono e quanto guadagnano i figli del ct della Nazionale Roberto Mancini? Entriamo nei dettagli e vediamo quali sono le informazioni disponibili in merito.

Photo by Claudio Villa/Getty Images

Prima calciatore e poi allenatore, Roberto Mancini è riuscito a costruirsi nel corso degli anni una carriera ricca di soddisfazioni. Attualmente commissario tecnico della Nazionale Italiana, è riuscito a portare gli Azzurri fino alla finale di Euro 2020, aggiudicandosi la competizione. Dopo ben 53 anni, infatti, l’Italia è tornata sul tetto d’Europa, dopo aver battuto l’Inghilterra in finale ai calci di rigore.

Un trionfo che fa sognare gli italiani, che non hanno perso l’occasione, in questi giorni, di dimostrare il proprio affetto agli Azzurri, con tanto di cori e caroselli in strada. Non stupisce, quindi, che siano davvero in molti a essere curiosi di scoprire qualcosa in più sugli artefici di questo successo, tra cui proprio il ct Roberto Mancini. Padre di tre figli, ad esempio, sono in molti a chiedersi chi sono e quanto guadagnano. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo quali sono le informazioni disponibili in merito.

LEGGI ANCHE >>> Gianluigi Donnarumma, quanto guadagna il portiere della Nazionale eroe di Wembley

Roberto Mancini, quanto guadagnano i figli del ct della Nazionale: le cifre che non ti aspetti

Fonte: Instagram

Dal 1990 al 2015 Roberto Mancini è stato sposato con Federica Morelli. Dalla loro storia d’amore sono nati tre figli, ovvero Filippo, Andrea e Camilla. Il primogenito, Filippo, è nato a Genova il 13 ottobre 1990 quando il padre giocava nella Sampdoria. Fin da piccolo sembra abbia avuto una buona predisposizione per il calcio, tanto da seguire le orme del padre. Nel 2005, ad esempio, è entrato negli allievi regionali dell’Inter, per poi esordire in prima squadra nei sedicesimi di finale di Coppa Italia nel corso della stagione 2007/08.

In seguito è passato in prestito al Manchester City, mentre attualmente sarebbe un free agent. A proposito di guadagni, come spesso accade, non sono disponibili informazioni certe in merito. A tal proposito, comunque, interesserà sapere che, stando ad alcune stime, in media i calciatori delle squadre Primavera in Italia percepiscano uno stipendio pari a 1500 euro netti mensili. Come già detto si tratta solamente di stime ed è possibile immaginare che anche il figlio di Mancini abbia guadagnato un compenso pari a qualche migliaio di euro nel corso della sua esperienza con la maglia nerazzurra.

Il secondogenito del ct della Nazionale italiana si chiama Andrea ed è nato il 13 agosto del 1992. Anche lui, come il fratello, ha voluto seguire le orme del padre, diventando un calciatore professionista. In particolare ha giocato nel Manchester City, poi nell’Oldham Atlhetic, nel Real Vallaodid e anche, negli Stati Uniti per il New York Cosmos della North America Soccer League.Ha giocato gratis nel campionato di Eccellenza, per poi entrare a far parte della squadra di mercato della Fiorentina, al fianco del ds viola Daniele Pradè.

Anche in questo caso non sono disponibili informazioni in merito ai guadagni, che dovrebbero comunque essere pari a diverse decine di migliaia di euro. A questi, poi, si vanno ad aggiungere, ovviamente, i compensi ottenuti nel corso della sua carriera da calciatore, oltre che alcune ospitate sul piccolo schermo, come ad esempio nel corso di Euro 2020 quando ha preso parte a vari programmi, commentando il lavoro del padre.

LEGGI ANCHE >>> Ciro Immobile: quanto guadagna l’attaccante della Nazionale e della Lazio

Classe 1994, Camilla Mancini è l’unica figlia femmina di Roberto Mancini. Particolarmente attiva sui social, è riuscita ad affermarsi nel corso degli anni come una vera e propria influencer. A tal proposito interesserà sapere che, stando ad alcune stime, un influencer che ha tra i 5 mila e 50 mila follower riesce a guadagnare da 50 a 500 euro a post. Come già detto, comunque, si tratta solo di stime e non sono disponibili informazioni certe in merito ai guadagni dei figli del ct Roberto Mancini.