Ottime notizie in arrivo per molti lavoratori che potranno beneficiare di una busta paga più ricca. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

Fonte: Pixabay

Il 2020 si rivela essere, indubbiamente, uno di quegli anni che difficilmente riusciremo a dimenticare. Segnato dall’impatto del coronavirus, quest’ultimo continua, purtroppo, ad avere delle ripercussioni sulle nostre esistenze, sia per quanto riguarda l’aspetto economico che sociale. Molte famiglie riscontrano delle serie difficoltà nel riuscire ad affrontare le varie spese. Proprio per questo motivo si rivela necessaria l’adozione da parte dell’esecutivo di misure ad hoc, come ad esempio quelle previste con il recente Decreto Sostegni Bis.

Proprio in un periodo storico particolarmente complicato come quello attuale, quindi, non può non destare interesse la buona notizia in arrivo per molti lavoratori. Grazie alla prossima busta paga, infatti, potranno beneficiare dell’arrivo di più soldi, con aumenti anche da 300 euro. Ma chi ne ha diritto? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

LEGGI ANCHE >>> Partite IVA, estate senza tasse, ma non è tutto oro quel che luccica

Busta paga più ricca per molti lavoratori grazie al rinnovo dei contratti collettivi

Irpef 100 euro busta paga
Foto © AdobeStock

Buone notizie in arrivo per molti lavoratori, che potranno beneficiare di una busta paga più ricca, con aumenti fino a 300 euro. A tal proposito ricordiamo che a partire da giugno sono aumentate le buste paghe di corrieri ed autotrasportatori, ma anche metalmeccanici e grafici dell’editoria, in seguito al rinnovo dei rispettivi contratti collettivi nazionali.

Entrando nei dettagli, per corrieri ed autotrasportatori la busta paga è aumentata di 104 euro. Tale aumento viene erogato da piccole e medie imprese associate a Unionmeccanica-Confapi in varie tranche fino ad arrivare a pieno regime a giugno 2024. I lavoratori in questione, quindi, avranno in busta paga:

  • 23 euro a giugno 2021;
  • 25 euro a giugno 2022;
  • 25 euro a giugno 2023;
  • 33 euro a giugno 2024.

Dal 2022, inoltre, partiranno anche i flexible benefits, buoni valore da 150 a 200 euro per l’acquisto di beni e servizi vari.

Buone notizie anche per i metalmeccanici, il cui contratto è stato rinnovato fino a dicembre 2024 e che prevede un incremento di 104 euro, anche in questo caso suddiviso in 4 tranche come gli autotrasportatori. Ma non solo, l’incremento mensile a regime, a giugno 2025 passerà da 75,94 euro per il livello 1 a 114,68 per il 9° livello.

Busta paga più ricca anche per i grafici dell’editoria, che possono beneficiare di un aumento pari a 300 euro. Quest’ultimo arriva in 2 tranche: 200 euro a giugno 2021 e 100 euro a giugno 2022. Tale aumento, ricordiamo, è rivolto solo a chi risulta assunto al 19 gennaio 2021. Chi viene assunto dopo non beneficerà di tale incremento.

LEGGI ANCHE >>>  Conto corrente, quanti soldi è possibile tenere sul conto senza rischi: cosa c’è da sapere

Aumenti per dipendenti pubblici e assegno famigliare

Importanti aumenti anche per i dipendenti pubblici, per cui sono stati stanziati fondi per 3,8 miliardi di euro per rinnovare i contratti. I lavoratori in questione riceveranno in media 107 euro in più in busta paga, con l’’importo che risulta differente a seconda dell’amministrazione di riferimento. Entrando nei dettagli si annoverano:

  • 94,58 euro nei ministeri;
  • 116,76 euro nelle agenzie fiscali;
  • 91 euro nelle amministrazioni locali;
  • 126 euro negli enti pubblici non economici, come Inps e Inal.

Per finire non possiamo non citare gli assegni famigliari, a cui si aggiunge l’assegno unico universale per i figli, con le due misure che dovranno convivere fino alla fine del 2021.  A tal proposito ricordiamo che con la busta paga di luglio si parte da un aumento di 35 euro a figlio sino ad arrivare a 55 euro per nuclei familiari composti da almeno tre figli. Sempre a luglio, inoltre, con la busta paga dovrebbe arrivare, a chi ne ha diritto, il rimborso Irpef.