La vincita al solito bar. La gioia incontenibile, la soddisfazione di chi ha venduto il tagliando da 20 euro.

Gratta e Vinci

La vincita davvero incredibile arriva da San Vito, in provincia di Lucca, il fortunato vincitore è una persona conosciuta da tutti li in paese, fa il lavapiatti ed è di origini srilankesi. E’ lui il protagonista di questa storia. Un biglietto Gratta e vinci acquistato al solito bar, quello dei fratelli Catelli. Il tagliando da 20 euro e quel momento di pausa da tutto e tutti, quel momento in cui si pensa soltanto a ciò che si sta facendo, la fortuna la sfida a quella sorte mai benevola, alla dea che mai accetta di donare una sua carezza, un bacio.

Quello che succede dopo ha dell’incredibile, Nerino, cosi come lo chiamato tutti in paese, letteralmente impazzito di gioia. Quel numero 37 e l’ultima parte del tagliando grattata, quella con la vincita. Il ragazzo, dopo, è stato colto da una contagiosa euforia, salti di gioia, esclamazioni incontrollate riguardanti la vittoria appena conquistata, abbracci a destra e sinistra, e poi gli occhi lucidi per quella cifra che mai avrebbe immaginato di poter mai considerare parte del suo patrimonio, 2 milioni di euro, in pratica una vita rivoluzionata.

LEGGI ANCHE >>> Superenalotto, colpo da urlo: la Super Stella regala una vincita da sogno

Gratta e vinci: il desiderio di investire parte della sua vincita in Italia

Vincita
Vincita

Il biglietto del concorso Maxi miliardario ha quindi regalato una gioia senza limiti al vincitore di turno, un ex lavapiatti, l’ex a questo punto sembra d’obbligo, perchè realisticamente appare difficile immaginare l’ipotesi di un ritorno al vecchio lavoro. Il brindisi con gli amici del bar, champagne offerto a tutti, la gioia indescrivibile, per lui che ha lavorato come cuoco sulla barca dell’imprenditore Fresco, e che ha come desiderio investire parte della sua vincita proprio in Italia, magari per riconoscenza nei confronti del paese che tanto gli ha dato.

“Che dire? L’aspettavo da tanto una vincita così – ha dichiarato il titolare del bar fortunato –  la fortuna sicuramente ha premiato la ricevitoria Catelli, ma dietro questa vincita c’è una struttura che lavora per cercare di far vincere il più possibile le persone”. Certo la vittoria ha colpito tutti, 2 milioni di euro non sono una cifra da tutti i giorni. Tutti sanno della vincita ed del fortunato vincitore e tutti sono felici di questo.

LEGGI ANCHE >>> Abbandonato tra i rifiuti da bambino: la rivincita è degna di una favola

La promessa di investire in Italia, magari offrendo lavoro a giovani e meno giovani alla ricerca di una posizione lavorativa quantomeno seria e duratura. Vincere è anche questo, avere a cuore ciò che sarà di noi, ma anche degli altri e di tutto ciò che ci circonda.