Brutte notizie per un’anziana signora che si è vista rubare soldi e gioielli, dopo essere caduta vittima di una truffa. Entriamo nei dettagli e vediamo cosa è successo.

anziana

Il 2020 si rivela essere uno di quegli anni che difficilmente riusciremo a dimenticare. Segnato dall’impatto del Covid, quest’ultimo ha portato con sé delle ripercussioni negative sia per quanto riguarda l’aspetto sociale che economico. Un periodo storico particolarmente complicato che, tuttavia, non riesce a fermare i ladri. Anzi, complice un utilizzo sempre più massiccio dei vari strumenti tecnologici, sono sempre più i truffatori che cercano di estorcere dati sensibili e denaro al malcapitato di turno attraverso dei tentativi di raggiro studiati ad hoc.

Ne sono un chiaro esempio alcuni tentativi di truffa, come le assicurazioni online inesistenti o quella del finto buono Ikea. Se tutto questo non bastasse, non mancano i tentativi di furto, soprattutto ai danni degli anziani. Lo sa bene, purtroppo, una signora di 85 anni, finita nel mirino di alcuni criminali, che sono riusciti a estorcere soldi e gioielli, per un bottino pari a circa 3 mila euro. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa è successo.

LEGGI ANCHE >>> 96enne ritrova il conto corrente con 9.100 euro in meno, i colpevoli che non ti aspetti

Truffe, attenti ai falsi vigili: rubati soldi e gioielli

È davvero terribile quanto successo a una pensionata di 85 anni a Olgiate Comasco, in provincia di Como. Da sola in casa, ha aperto la porta a dei finti vigili che le hanno fatto credere che fosse in corso una fuga di gas, per cui era necessario mettere al sicuro gioielli e denaro. Con tanto di adesivo della polizia locale sull’auto, le hanno quindi fatto credere di essere davvero dei vigili, riuscendo così a conquistare la fiducia della donna.

LEGGI ANCHE >>> I ladri non rapinano più le banche: ora cercano i Gratta e Vinci

La pensionata, purtroppo, ha creduto alle loro parole, finendo così per aprire lei stessa la porta di casa ai falsi tecnici. L’hanno quindi invitata a riporre nel frigorifero un sacchetto con tutti i soldi e gioielli che aveva in casa, con la scusa che i materiali di valore possono diventare tossici a contatto con il gas. La donna ha così dato loro ascolto, per poi allontanarsi temporaneamente dall’abitazione. Un lasso di tempo comunque sufficiente ai criminali per agire indisturbati e fuggire via con un bottino di circa 3 mila euro.