Estrazione del 1 luglio della Lotteria degli scontrini. I codici vincenti diffusi dall’Agenzia Dogane e Monopoli.

Lotteria scontrini: tutti gli acquisti che non valgono per poter partecipare
Lotteria scontrini (Fonte foto: web)

L’estrazione del 1 luglio della Lotteria degli scontri ha portato notevole soddisfazione tra i 15 fortunati vincitori dei 25 mile euro di premio a disposizione. On line, presso gli specifici canali, l’elenco dei codici vincenti, l’Agenzia Dogane e Monopoli, ha infatti provveduto alla pubblicazione dei codici in questione. Inoltre sono stati diffusi, inoltre, i riferiimenti dei vincitori dei 25 premi settimanali aggiuntivi, ognuono da 10mila euro.

In seguito all’estrazione, l’Agenzia delle dogane edei monopoli, passerà all’identificazione del vincitore, attraverso l’associazione del codice vincente estratto, al codice della persona corrispondente, cosi come da regolamento della Lotteria degl scontrini. Successivamente, poi, i vinctitori saranno avvisati attraverso posta elettronica certificata, all’indirizzo fornito al momento dell’iscrizione. Chiaramente non tutti gli acquisti hanno potuto concorrere alle varie estrazioni previste nel tempo.

LEGGI ANCHE >>> Lotteria: dimentica il biglietto in tasca per tre settimane, poi la scoperta sensazionale

Lotteria degli scontrini del 1 luglio: come per il cashback la lotta è all’evasione fiscale

Non partecipano alle varie estrazioni, quindi alla Lotteria degli scontrini gli acquisti effettuati in contanti, gli acquisti on lin, quelli per i quali è stata emessa fattura e quelli per i quali il cliente ha fornito all’esercente in questione codice fiscale o tessera sanitaria per detrazini o deduzioni fiscali varie. L’obiettivo primario della lotteria, cosi come è stato per il cachback era quello di contrastare la circolazione dei contanti e quindi l’evasione fisale.

In seguito alla comunicazione della vittoria ai clienti associati ai singoli codici, l’Agenzia delle dogane e dei monopoli mette a disposizione 90 giorni entro cui recarsi presso gli uffici preposti per completare tutte le operazioni per l’assegnazione del premio. La cifra che rappresenta la vincita arriverà direttamente al vincitore presso boifico bancario o postale.

LEGGI ANCHE >>> Sondaggio: gli italiani preferiscono la lotteria scontrini o il cashback?

Nel caso in cui, entro i 90 giorni stimati per il completamento delle operazioni di incasso, un determinato vincitori dovesse non presentarsi, si passerà allora alla riassegnazione del premio in questione. L’iniziativa entrata con prepotenza tra le abitudini degli italiani, la Lotteria degli scontrini potrebbe essere, al pari del cashback cancellata, o quantomeno congelata per il momento. Bisognerà attendere, in merito, indicazioni e direttive da parte del Governo.