Buone notizie in arrivo per coloro che sono in attesa di ricevere l’assegno unico per i figli. È finalmente disponibile la procedura attraverso la quale poter presentare apposita domanda. 

Assegno unico famiglie
Foto di Mario Renteria da Pixabay

A causa del Covid il governo ha deciso di adottare una serie di misure restrittive in modo tale da contrastarne la diffusione. Limitazioni che hanno portato con loro una serie di ripercussioni negative sia dal punto di vista economico che sociale. Molti imprenditori, purtroppo, hanno dovuto abbassare le saracinesche delle proprie attività, costringendo molte persone a dover fare i conti con una difficile gestione del budget famigliare.

Un contesto particolarmente complicato, che richiede l’attuazione di misure ad hoc, come quelle approvate con il Decreto Sostegno Bis. Ma non solo, tra le varie novità dell’ultimo periodo si annovera l’arrivo dell’assegno unico famigliare. Una misura indubbiamente importante, con la procedura attraverso la quale poter presentare apposita domanda finalmente disponibile. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

LEGGI ANCHE >>> Artrite, chi ne soffre ha diritto a 287 euro al mese: cosa c’è da sapere

Assegno unico temporaneo per i figli, si parte: domande a partire dal 1° luglio

Assegno unico: novità per i figli maggiori di 21 anni
Assegno unico figli (Fonte foto: web)

Attraverso il messaggio Inps n. 2371 del 22 giugno 2021, l’ente ha illustrato la nuova misura che resterà in vigore fino al 31 dicembre, Come noto, infatti, a partire dal 1° luglio 2021 fino al 31 dicembre 2021, è possibile beneficiare dell’Assegno temporaneo per i figli minori. Quest’ultimo è destinato ai nuclei con figli minori di 18 anni, che non abbiano diritto all’assegno per il nucleo familiare.

L’importo differisce a seconda del valore Isee, con tale misura che viene riconosciuta alle famiglie con un reddito Isee fino a 50 mila euro. Ma non solo, l’assegno temporaneo per i fligi è compatibile con il reddito di cittadinanza. In questo modo, a partire da luglio, i percettori di tale sussidio, con figli, potranno anche beneficiare dell’assegno unico famigliare. La domanda dell’assegno temporaneo deve essere presentata entro e non oltre il 31 dicembre 2021. Per le richieste presentate entro il 30 settembre 2021, l’Inps corrisponderà le mensilità arretrate a partire dal mese di luglio 2021.

Se presentate dopo il 30 settembre 2021, invece, l’assegno verrà corrisposto a partire dal mese di presentazione della domanda. L’assegno temporaneo per figli minori, ricordiamo, verrà corrisposto fino al 31 dicembre del 2021. A partire dal 2022, invece, verrà corrisposto l’assegno unico universale, con quest’ultimo che sarà rivolto ai figli con età compresa tra i sette mesi della gestazione fino ai 21 anni di età, se a carico dei genitori.

LEGGI ANCHE >>>  Conto corrente, quanti soldi è possibile tenere sul conto senza rischi: cosa c’è da sapere

La misura ponte, invece, è rivolta solo alle famiglie con figli tra 0 e 18 anni, purché in possesso di determinati requisiti. Ma non solo, ricordiamo che a poter beneficiare di questo assegno temporaneo sono, a partire dal 1° luglio, coloro che non hanno diritto agli ANF, come disoccupati e lavoratori autonomi. Tutti gli altri, invece, dovranno attendere il 1° gennaio 2022.