Chi soffre di artrite ha diritto, in alcuni casi, ad un assegno mensile di 287 euro. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

Fonte: Pixabay

L’ultimo anno è stato segnato dall’impatto del Covid che ha portato con sé delle ripercussioni negative sia dal punto di vista sociale che economico. Molti imprenditori, purtroppo, hanno dovuto abbassare le serrande delle proprie attività, con inevitabili ripercussioni sulle tasche di molte famiglie, alle prese con delle minori entrate. Un periodo storico particolarmente complicato, che vede l’intervento del governo attraverso misure ad hoc, come i contributi approvati con il Decreto Sostegni Bis.

Allo stesso tempo la macchina amministrativa non si ferma mai, con molti contribuenti alle prese con le varie scadenze fiscali. Proprio come la burocrazia, purtroppo, anche le malattie continuano ad avere una certa incidenza. Oltre al Covid, infatti, bisogna fare i conti anche con altre patologie, come alcuni disturbi legati ad alcune malattie reumatiche, quale ad esempio l’artrite, tanto da permettere, in determinati casi, di ottenere un assegno mensile. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

LEGGI ANCHE >>> Mal di testa, chi ne soffre ha diritto ad un assegno mensile: cosa c’è da sapere

Artrite, chi ne soffre ha diritto all’assegno di invalidità

Fonte: Pixabay

Ogni anno, purtroppo, sono tante le persone che si trovano alle prese con problemi reumatici connessi ad artrite, che si presentano con differenti livelli di gravità. Nel caso in cui si riveli essere un vero e proprio ostacolo nello svolgimento di alcune attività quotidiane, ecco che è possibile chiedere all’INPS l’assegno di invalidità.

Tale sussidio economico viene concesso solo se viene riconosciuta una percentuale di invalidità pari almeno al 74%. Allo stesso tempo, nel caso in cui si soffra di artrite reumatoide è possibile vedersi riconoscere il diritto di una determinata percentuale di invalidità, variabile tra il 21% e il 100%. L’ammontare mensile di questo assegno per il 2021 è pari a 287,09 euro per un totale di 13 mensilità.

LEGGI ANCHE >>> Covid, parenti delle vittime chiedono giustizia: 2500 pagine di accuse allo Stato

Ma non solo, anche chi soffre di artrosi potrebbe richiedere il riconoscimento di una determinata percentuale di invalidità. Potrebbe, infatti, essere associato a quadri patologici o condizioni di ingravescenza specifica. Una situazione difficile da gestire, in seguito alla quale i soggetti interessati possono far richiesta all’Inps dell’assegno di invalidità.