Buone notizie per coloro che hanno deciso di partecipare al programma cashback. A breve, infatti, arriveranno i tanto attesi rimborsi. Ecco cosa c’è da sapere.

Cashback: il Fisco ha preso di mira i furbetti, cosa rischiano
Pagamento tramite Pos (Fonte foto: web)

L’evasione fiscale rappresenta da sempre uno dei principali problemi della nostra società. Proprio per questo motivo non stupisce che finisca spesso al centro dell’attenzione del governo, pronto ad attuare varie misure pur di contrastare tale fenomeno. Proprio in questo ambito si inserisce il bonus cashback, introdotto dal precedente esecutivo guidato da Conte. A tal fine, infatti, viene garantito un rimborso del 10%, fino a massimo 150 euro, per le transazioni effettuate tramite carte di credito o debito nel corso del semestre di riferimento.

Da non dimenticare, poi, il programma super cashback, che prevede un premio dal valore di 1500 euro, rivolto ai primi 100 mila utenti che avranno registrato il maggior numero di transazioni. A tal proposito la prima data da prendere in considerazione è quella del 30 giugno, con coloro che hanno deciso di aderire al programma che potranno a breve beneficiare del tanto atteso rimborso.

LEGGI ANCHE >>> Quattordicesima 2021 in arrivo, ma non per tutti: ecco chi non la prende

Cashback, rimborsi in arrivo: pagamenti a partire da luglio

Adobe Stock

Introdotto dal precedente esecutivo, questo programma è finito spesso al centro delle polemiche per via dei cosiddetti furbetti, pronti a utilizzare dei trucchi di vario genere pur di scalare la classifica del super cashback. A tal proposito ricordiamo che il prossimo 30 giugno si chiude il primo semestre di riferimento, con oltre 5,89 milioni di utenti che, ad oggi, hanno registrato almeno 50 operazioni e hanno pertanto diritto al rimborso.

Per quanto riguarda la classifica del Super Cashback da 1.500 euro, invece, in base ai dati al momento disponibili, è necessario aver effettuato più di 689 operazioni. Numeri indubbiamente importanti, che mostrano come tale programma abbia riscosso in poco tempo un notevole successo. Manca poco, quindi, all’erogazione dei primi rimborsi, che dovrebbero partire dal 1° luglio.

LEGGI ANCHE >>> Cashback, 886 transazioni da 17 centesimi: i furbetti non li ferma nessuno (forse)

Consap, la società che gestisce i rimborsi, ricordiamo, ha 60 giorni di tempo dalla chiusura del periodo di riferimento per ultimare tali operazioni. I rimborsi riguardanti il primo semestre, pertanto, verranno effettuati in un arco di tempo che va dal 1° luglio 2021 al 29 agosto 2021. I pagamenti, quindi, verranno effettuati attraverso bonifico direttamente sull’Iban che l’utente ha indicato al momento dell’adesione al programma.