A breve molti si vedranno corrispondere la tanto attesa quattordicesima. Non tutti, però, potranno beneficiarne. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

anziano
adobe

A partire dall’alimentazione, passando per le bollette, fino ad arrivare alle varie esigenze quotidiane, sono davvero tante le volte in cui ci ritroviamo a dover mettere le mani al portafoglio. Proprio per questo motivo a ricoprire un ruolo importante è il lavoro che ci permette di attingere a quella fonte di reddito necessaria per riuscire a fronteggiare le varie spese. Allo stesso tempo non si può negare come molto spesso il lavoro sia anche fonte di preoccupazione per via dei vari impegni da rispettare. Non stupisce, quindi, che siano in tanti a non vedere l’ora di poter finalmente andare in pensione.

A tal fine, ricordiamo, bisogna essere in possesso di determinati requisiti. Proprio per questo motivo sono in molti a essere in attesa di scoprire quali novità verranno introdotte dall’esecutivo con la prossima riforma delle pensioni. In attesa di vedere quali decisioni verranno prese in tal senso, ricordiamo che a luglio molti pensionati e lavoratori dipendenti si vedranno corrispondere la quattordicesima. Una misura importante di cui ne potranno beneficiare molti, ma non tutti. Entriamo nei dettagli e vediamo chi non si vedrà erogare tale trattamento economico.

LEGGI ANCHE >>> Dalle bollette ai prestiti, attenti alla batosta: prezzi in preoccupante aumento

Quattordicesima 2021 in arrivo, ma non per tutti: tutto quello che c’è da sapere

Quattordicesima
Quattordicesima (Adobe)

Con l’arrivo della stagione estiva, in molti potranno beneficiare della tanto attesa quattordicesima. Quest’ultima, ricordiamo, spetta a dipendenti e pensionati, ma non a tutti. A tal proposito, infatti, è bene ricordare che tale erogazione spetta ai dipendenti solo se previsto dal CCNL.

Per quanto riguarda i pensionati, invece, devono rispettare determinati requisiti reddituali, contributivi e anagrafici. Entrando nei dettagli ne hanno diritto i pensionati con più di 64 anni di età, titolari di un trattamento previdenziale e che rispettino un determinato limite di reddito complessivo. Ovvero:

    • reddito complessivo non superiore ai 10.053,81 euro;
    • reddito complessivo personale annuo tra 10.053,81 euro e 13.405,08 euro lordi.

LEGGI ANCHE >>> Carta di credito o bancomat, attenti a questi siti: altissimo rischio truffa

Chi non rispetta tali requisiti, pertanto, non ha diritto alla quattordicesima. In alcuni casi, invece, si può trattare solamente di un rinvio. La quattordicesima, infatti, viene erogata a luglio solamente a coloro che maturano i requisiti necessari entro il 31 luglio. Chi perfeziona il requisito anagrafico a partire dal 1° agosto entro la fine dell’anno, invece, riceverà il pagamento d’ufficio con la mensilità di dicembre, a patto di rispettare i limiti reddituali previsti.