Brutte notizie in arrivo per molti correntisti che a breve si ritroveranno a dover fare i conti con degli importanti cambiamenti. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

soldi-bruciati

Il 2020 è stato segnato dall’impatto del coronavirus che è entrato prepotentemente nelle nostre vite, portando con sé delle ripercussioni negative, sia per quanto concerne l’aspetto sociale che economico. Al fine di limitarne la diffusione, infatti, ci viene chiesto di prestare attenzione a vari accorgimenti come ad esempio il distanziamento sociale o l’utilizzo delle mascherine. Ad aggravare la situazione il fatto che molti imprenditori abbiano dovuto abbassare le serrande delle proprie attività, costringendo tante famiglie a dover fare i conti con una grave crisi finanziaria.

Circa 830 mila genitori, ad esempio, hanno rinunciato a curare i figli a causa delle difficoltà economiche e, se tutto questo non bastasse, luglio si prospetta come un mese di fuoco. A partire dall’imposta di bollo, passando per la chiusura di molti sportelli bancomat, fino ad arrivare alla ripresa dei pignoramenti, infatti, sono tante le novità che arriveranno con il prossimo mese. Una situazione che non passa di certo inosservata e che vedrà molti correntisti alle prese con degli importanti cambiamenti. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

LEGGI ANCHE >>> Conto corrente, come investire e far fruttare i propri soldi: le occasioni da non perdere

Conti correnti, dai pignoramenti ai prelievi bancomat: ecco cosa cambia

I venditori vanno al Bancomat credendo di incassare: la truffa gli fa perdere i soldi
Bancomat (Fonte foto: web)

Il mondo dei soldi è in continua evoluzione e a breve si potrebbe assistere ad una rivoluzione per quanto riguarda conto correnti e bancomat. Negli ultimi tempi, infatti, ha preso sempre più piede l’ipotesi di dover fari i conti con l’addio al denaro contante, con le istituzioni che spingono per un maggior utilizzo degli strumenti di pagamento elettronici, come carte di credito o debito. Uno scenario che potrebbe a breve diventare realtà, con il mese di luglio pronto a portare con sé cambiamenti particolarmente importanti.

Il prossimo mese, infatti, si prospetta di fuoco, con i correntisti che dovranno fare i conti con:

  • Imposta di bollo. Quest’ultima è pari a 34,20 euro all’anno per le persone fisiche e 100 euro per le persone giuridiche. Deve essere pagata ogni anno in presenza di conti correnti con giacenza media superiore ai 5 mila euro. Nel caso in cui non si superi tale soglia o si presenti un Isee inferiore a 7500 euro, si può essere esentati dall’applicazione di tale imposta.
  • Stop ai prelievi bancomat. A partire dal 1° luglio 2021 non sarà più possibile prelevare presso molti sportelli bancomat. Lo sanno bene i clienti ING, dato che il prossimo mese l’istituto provvederà a chiudere 63 casse automatiche sparse sul territorio italiano e ridurre il numero delle filiali da 30 a 23.
  • Chiusura conti sopra i 100 mila euro. Attraverso un’apposita comunicazione Fineco ha annunciato ai propri clienti la decisione di chiudere i conti sopra i 100 mila euro inattivi. Per evitare tale chiusura, infatti, i soggetti interessati devono provvedere ad effettuare degli investimenti.
  • Limite per l’applicazione dei tassi negativi sui conti deposito. La danese Danske Bank ha annunciato di voler abbassare a 100 mila corone, circa 13.500 euro, il limite per l’applicazione di tassi di interesse negativi ai depositi. Questo provvedimento entrerà in vigore a partire dal prossimo 1 luglio, con il tasso applicato che oscillerà tra lo 0,6% della giacenza per i privati e l’1% per le imprese.
  • Pignoramenti. Lo stop ai pignoramenti è stato nuovamente spostato. Il termine ultimo, infatti, non è più fissato al 30 giugno, bensì al 1° settembre 2021, con termine di versamento al 1° ottobre 2021. Un rinvio deciso per venire incontro alle esigenze dei contribuenti già duramente colpiti dalla crisi causata dal Covid, con l’Agenzia delle Entrate che, dal suo canto, si prepara a una vera e propria valanga di notifiche.

LEGGI ANCHE >>>  Conto corrente, quanti soldi è possibile tenere sul conto senza rischi: cosa c’è da sapere

Tante, quindi, sono le novità in arrivo con il mese di luglio, con molti correntisti che si ritroveranno a dover fare i conti con un’estate di fuoco non solo dal punto di vista delle temperatura, ma anche dei soldi.