Il mondo del lavoro è pieno di insidie. Le truffe abbondano purtroppo anche in quel settore, le vittime, purtroppo, anche.

occupazione post covid
AdobeStock-lavoro

Il mondo del lavoro è già di per se complicato con dinamiche che spesso portano a conflitti e situazioni inaspettate. Nella maggior parte dei casi, la credibilità di una dinamica lavorativa e spesso nello specifico di un datore di lavoro possiamo misurarla già dal momento in cui leggiamo l’offerta di lavoro che può portarci o meno in quel determinato contesto. E’ proprio da questo punto in poi che si ha bisogno di comprendere bene quanto ci viene promesso.

Molti annunci di lavoro tendono a creare false aspettative, promettono compensi che poi nella realtà dei fatti non sono previsti, promettono insomma condizioni lavorative non appartenenti a quella determinata posizione. Questo dipende anche dall’abilità di coloro che si occupano del reclutamento di infarcire le proposte che ci capita di leggere sui vari siti di offerte di lavoro con fantasiose cifre legati agli stipendi ed altre condizioni di fatto inesistenti.

LEGGI ANCHE >>> Ragazza cane guadagna cifre incredibili: a 21 anni lascia il lavoro per cambiare vita

Offerte di lavoro: in Italia spesso la forza lavoro è poco qualificata

Blocco licenziamenti

Il problema disoccupazione nel nostro paese, secondo studi di settore dipende anche dalla poca esperienza e dalla scarsa professionalità in alcuni casi degli stessi candidati. Spesso succede di inviare una candidatura, poi rendendosi conto delle condizioni non proprio ottimali non ci si presenta al colloquio vero e proprio o addirittura si rifiuta la proposta successiva al colloquio stesso. In ogni cosa bisogna riconoscere subito una offerta di lavoro seria da una che ambisce soltanto a reclutare forza lavoro sottopagata e praticamente sfruttata.

Purtroppo però al di la della possibilità di incappare in offerte di lavoro, diciamo cosi, alterate, esiste la possibilità di essere vittime di veri e propri truffatori che inseriscono annunci di lavoro on line soltanto per entrare in possesso di documenti e dati personali da utilizzare per traffici non proprio legali. In ogni caso, se si pensa di essere stati truffati la cosa migliore resta sempre denunciare.

LEGGI ANCHE >>> Pensione, orizzonte anno nuovo: così si esce dal lavoro nel 2022

Da una falsa offerta di lavoro si può finire praticamente ovunque, da giri di prostituzione a situazioni atte al riciclo di denaro sporco. Occhi aperti in ogni caso e massima concentrazione nel leggere i vari annunci, in alcuni casi troppo poco specifici e incredibilmente vaghi.