Cartelle esattoriali, ennesimo colpo di scena: cosa sta succedendo

Importanti novità in arrivo per tutti coloro alle prese con debiti pregressi con il Fisco, che a breve potrebbero assistere all’ennesimo colpo di scena. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

Niente condono sulle cartelle esattoriali: chi resta deluso
Cartelle esattoriali (Fonte foto: web)

È trascorso ormai più di un anno da quando il Covid è entrato prepotentemente nelle nostre esistenze, portando con sé delle ripercussioni negative sia dal punto di vista delle relazioni sociali che economiche. Il governo, infatti, ha optato per una serie di misure restrittive al fine di contrastarne la diffusione. Decisioni che hanno portato, purtroppo, alla chiusura di molte attività lavorative, con sempre più persone costrette a dover fare i conti con una difficile gestione del budget famigliare.

Affrontare le varie spese risulta sempre più difficile e per questo l’esecutivo ha deciso di intervenire attraverso misure mirate, come ad esempio i contributi previsti dal Decreto Sostegni Bis. Allo stesso tempo la macchina amministrativa non si ferma mai e per questo sono in molti a temere di dover fare i conti con alcuni debiti pregressi con il Fisco. Ebbene, proprio in tale ambito interesserà sapere che a breve si potrebbe assistere all’ennesimo colpo di scena per quanto riguarda le cartelle esattoriali, in grado di portare con sé delle novità. Entriamo nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

LEGGI ANCHE >>> Lavoratori notturni, andare in pensione in anticipo è possibile: ecco come

Cartelle esattoriali, ennesimo colpo di scena: si va verso la proroga di 2 mesi

Cartelle esattoriali
Foto: Web

In base alle disposizioni al momento in vigore, la sospensione dei termini di notifica delle cartelle esattoriali scadrebbe il prossimo 30 giugno, con il termine di versamento fissato al 2 agosto. Manca poco, quindi, alla ripresa dell’attività di riscossione e per questo motivo, in base alle ultime indiscrezioni, il governo starebbe lavorando per approvare l’ennesima proroga.

Quest’ultima dovrebbe portare ad una ripresa delle notifiche a partire dal 1° settembre, con termine di versamento al 1° ottobre. Una nuova proroga di due mesi, quindi, al fine di venire incontro alle esigenze dei contribuenti, già duramente colpiti dalla crisi economica causata dall’impatto del Covid.

LEGGI ANCHE >>> Bancomat, occhio ai movimenti: ecco quando scattano i controlli del Fisco

Proprio in tale contesto si continua a discutere della possibilità di spalmare i versamenti, attraverso un piano di rateizzazione che potrebbe arrivare fino a tre anni. Al momento comunque, è bene sottolineare, si tratta solo di ipotesi. Non resta quindi che attendere e vedere quali saranno le prossime decisioni del governo a proposito delle cartelle esattoriali.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:


  1. Telegram - Gruppo base