Si tuffa sotto le auto per chiedere il risarcimento: stavolta è stato fermato, ma era già noto alle forze dell’ordine

Auto in corsa (Fonte foto: web)

Di truffe in strada ne avvengono davvero tante, ma questa è a dir poco singolare. Una coppia, ha vissuto un finale amaro con la classica truffa dello specchietto, di cui abbiamo sentito parlare spessissimo, ma qui le cose sono diverse.

Parliamo infatti di un uomo che si faceva investire dalle auto di passaggio di proposito, pur di chiedere poi degli indennizzi. Questo però, vuol dire truffare gli automobilisti. Ecco cosa è successo.

Leggi anche>>> Attenti agli sms: questa truffa ha fatto sparire migliaia di euro

Ogni incidente un risarcimento: denunciato

L’uomo aveva trovato un ottimo escamotage per guadagnare soldi senza lavorare, a Torino. In pratica, il 44enne, era solito nascondersi sotto i portici di Piazza Vittorio e lanciarsi improvvisamente contro le auto, che spesso finivano per non frenare in tempo, rischiando di fargli del male.

Denunciato, gli agenti hanno poi atteso di vederlo all’azione per bloccarlo. Così, proprio quando il truffatore sfruttava il grande passaggio di auto del fine settimana, gli uomini del 113 lo hanno trovato in flagrante. L’uomo si era come al solito appostato dietro uno dei portici di Piazza Vittorio, per attendere un’auto in transito. L’automobilista si era fermato per far passare dei pedoni, per poi sentire una gran botta sul retro della sua vettura. A terra, vi trovava proprio il 44enne dolorante.

Leggi anche>>> Truffa fibra: quello che non ci dicono pur di far firmare un nuovo contratto

Come detto, spesso si sentono in giro truffe legate al mondo delle auto, come anche quelle dei siti truffa delle assicurazioni. Nel caso in questione invece, il truffatore metteva letteralmente in pericolo la sua incolumità, ma nel suo ultimo tentativo, ha provato poi a scappare appena visti gli agenti che erano nei dintorni. L’uomo, era già stato denunciato varie volte per tentativo di truffa.