Benedetto Vigna è il nuovo amministratore delegato della Ferrari. A renderlo noto è la stessa casa automobilistica di Maranello, con il manager che diventerà operativo dal 1° settembre 2021.

Photo credit should read GIUSEPPE CACACE/AFP via Getty Images

Dopo l’addio di Louis Camilleri, il presidente della Ferrari, John Elkann, ha assunto anche la carica di amministratore delegato ad interim. Ebbene, in data 9 giugno 2021, la casa di Maranello ha annunciato di aver nominato il nuovo Ceo della società. A ricoprire tale ruolo, infatti, sarà Benedetto Vigna. Classe 1969, il manager sarà operativo a partire dal prossimo 1 settembre.

Con una vasta esperienza a livello internazionale, maturata lavorando con alcune delle società tecnologiche leader al mondo, la Ferrari ha deciso quindi di affidare a lui tale incarico. Un ruolo indubbiamente importante e per questo non stupisce che siano davvero in tanti a voler conoscere qualcosa in più su di lui, come ad esempio a quanto ammontino i suoi compensi. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo assieme chi è, la sua carriera e quanto guadagna.

LEGGI ANCHE >>> Ecco come si è comprato una Ferrari pagando in bitcoin

Benedetto Vigna, quanto guadagna il nuovo amministratore delegato della Ferrari: cifre da capogiro

Fonte: Facebook

Benedetto Vigna è il nuovo amministratore delegato della Ferrari. A renderlo noto è la stessa casa di Maranello attraverso un comunicato ufficiale. Originario di Pietrapertosa, in provincia di Potenza, ha conseguito la laurea, con lode, in fisica subnucleare, presso l’Università di Pisa. Nel 1995 ha iniziato a lavorare per la STMicroelectronics, dove al momento è responsabile del Gruppo Analogici, Mems (Micro-electromechanical Systems) e Sensori, e membro del Comitato Esecutivo del Gruppo ST.

Vigna ha inventato un sensore di movimento tridimensionale che è stato pensato per gli airbag delle auto. In seguito, una volta riprogettato e rimpicciolito, è stato utilizzato nei controller senza cavo della console Nintendo Wii. Nel corso della sua carriera ha registrato più di cento brevetti e il 9 giugno 2021 è stato nominato amministratore delegato della Ferrari. Un incarico indubbiamente importante, per cui, è facile ipotizzare, percepirà dei guadagni non affatto indifferenti. A tal proposito interesserà sapere che, stando ad una ricerca del Centro Studi Mediobanca di due anni fa, lo stipendio medio di un amministratore delegato è pari a 849.300 euro lordi.

Ovviamente i compensi differiscono in base alla società per cui si lavora. Soffermandosi sulla Ferrari, ad esempio, dando un’occhiata alla relazione sulla remunerazione 2020, è possibile notare come l’ex amministratore delegato, Louis C. Camilleri, abbia percepito nel 2020 ben 375.846 euro. Nel 2019, invece, la sua remunerazione è stata pari a 887.255 euro. Viste queste cifre, quindi, è facile ipotizzare che anche Benedetto Vigna percepirà dei compensi da capogiro.

LEGGI ANCHE >>> Perché la Ferrari vince il premio come miglior datore di lavoro 2021

Le parole di Benedetto Vigna

A proposito della nomina ad amministratore delegato della Ferrari, come si evince dalla nota del Cavallino Rampante, lo stesso Benedetto Vigna ha dichiarato: “È un onore straordinario entrare a far parte della Ferrari come Amministratore Delegato e lo faccio in egual misura con entusiasmo e responsabilità. Entusiasmo per le grandi opportunità che potremo cogliere. E con un profondo senso di responsabilità nei confronti degli straordinari risultati e delle capacità degli uomini e delle donne di Ferrari, di tutti gli stakeholder della Società e di coloro che, in tutto il mondo, provano per Ferrari una passione unica“.