Ottenere un prestito se siamo già protestati non è impossibile: c’è un’opzione molto acclamata, ma attenti ai rischi

Soldi in prestito (Fonte foto: web)

Se siamo protestati, possiamo comunque ottenere un prestito? Finire per diventare protestati non è così difficile purtroppo, basta non pagare una multa o non riuscire a far fronte alle spese di un mutuo o un finanziamento ed ecco che avremo conseguenze a cascata.

Ed in effetti ottenere un prestito è sempre più difficile, anche per chi non lo è. Per esempio, oggi senza busta paga, è difficile, anche se non impossibile averne uno. Il problema è che la prima cosa che un istituto va a controllare quando chiediamo un presito, è proprio se siamo finiti nella Centrale dei Rischi.

Leggi anche>>> Vuoi aumentare il tuo conto in banca? Dipende da quanto vuoi rischiare

C’è un modo per ottenere il prestito in queste condizioni

Una prima opzione, porta il nome di prestito cambializzato, garantito da delle cambiali e pensato proprio per chi non può accedere ai finanziamenti per tutti. In questo modo, si bypassano i controlli della Centrale Rischi. Il titolo di credito quindi, viene rappresentato dalle cambiali che andiamo a firmare e che consentono all’istituto di non avere preoccupazioni sul futuro recupero dei liquidi. In caso di mancato pagamento poi, la banca si riferirà all’ufficiale giudiziario, con la procedura di recupero che può finire al pignoramento dei beni del cattivo pagatore.

A proposito di prestiti, ce ne sono anche online, con tanti suggerimenti per le migliori condizioni. Tornando al prestito cambializzato, esso non è così diverso dal prestito fiduciario, visto che non dà garanzie materiali. I costi dell’operazione, ad ogni modo, oltre agli interessi, sono da calcolare in: bolli, commissioni, assicurazioni, registrazione dei contratti ed istruttoria pratica.

Leggi anche>>> Conto corrente e prima casa a rischio: l’incubo che vivranno in molti

Questo tipo di prestito è celere ad essere erogato, infatti arriva spesso dopo solo una decina di giorni, tramite bonifico o assegno circolare. Ma è anche veloce il modo in cui potremmo incappare in uno dei suoi svantaggi. Infatti, basta una cambiale non pagata ed ecco che scatta il protesto; inoltre il costo non è proprio basso e la banca potrebbe chiedere molte garanzie, tipo una polizza vita obbligatoria, oppure un garante o ancora, dei beni da dare in pegno.